Progetto Veneto Waterways presentato oggi a BIT Milano.

Presentato a BIT Milano il progetto Veneto Waterways per la promozione del turismo esperienziale e slow legato al patrimonio delle vie di navigazion.

È stato presentato oggi nello spazio della Regione Veneto alla Bit di Milano il progetto Veneto Waterways, neonata aggregazione d'imprese che promuove la valorizzazione del patrimonio delle vie d'acqua del Veneto con proposte di turismo esperienziale e slow. Durante la conferenza è stato, inoltre, presentato il libro "Rotta su Venezia. In barca e in bici lungo la Litoranea Veneta da Chioggia a Trieste" di Gianni Pasin (Ediciclo Editore, 2021), un racconto e una guida di viaggio per scoprire e ripercorrere questa antica via d'acqua che corre in parallelo alla costa altoadriatica.

Dopo i saluti istituzionali da parte del Direttore U.O. Promozione della Direzione Promozione Economica e Marketing territoriale della Regione Veneto, dott.ssa Marta Mattiuzzi Turismo, che ha evidenziato l'impegno a valorizzare l'offerta turistica legata alle vie d'acqua navigabili del Veneto, è intervenuto Paolo Cogo, titolare di Gentes Tour Operator, azienda capofila del progetto Veneto Waterways. Cogo ha presentato le finalità della rete formata da 24 soggetti tra società di navigazione, tour operator, strutture ricettive e operatori, uniti dalla volontà di promuovere il Veneto come destinazione navigabile. L'offerta di prodotti spazia dalle proposte di navigazione lungo fiumi e lagune, sia brevi che di più giorni, alle escursioni a piedi, in bicicletta e con formula bike&boat, dalle visite culturali alle esperienze slow alla scoperta degli aspetti enogastronomici e ambientali del territorio. Gli itinerari navigabili, infatti, attraversano un'ampia porzione di territorio della Regione Veneto, configurando un prodotto turistico che intercetta molto bene anche il cicloturismo, il paesaggio culturale (le Ville Venete, i borghi ecc.) e l'enogastronomia (Colli Berici, Colli Euganei, Riviera del Brenta, prodotti del litorale e della laguna, il trevigiano ecc.). Vengono ricompresi ad esempio il Tartaro-Canalbianco nel Polesine, il Canale Bisato, il Canale Bacchiglione, il Canale Battaglia, il Canale Brentella, il Canale Pontelongo, il Canale Piovego, il Naviglio del Brenta, la Laguna veneziana e le sue isole, la laguna di Caorle a nord e quella di Chioggia a sud, il Fiume Sile, il Fiume Lemene.

progetto Veneto Waterways presentato oggi a BIT Milano

Adriana Miotto, founder Just Good Tourism e consulente di progetto, ha sottolineato che il progetto si pone l'obiettivo di rafforzare la visibilità e conoscenza delle destinazioni turistiche minori del Veneto, rappresentate da località adatte a un turismo lento, attento all'ambiente (slow and green), in grado di favorire la sinergia tra natura e cultura. Il progetto tiene conto del diverso scenario intervenuto a causa della pandemia COVID-19 e si pone in linea con la strategia turistica regionale "Veneto: the land of Venice", in particolare con l'offerta rappresentata dal tematismo "Vacanze slow sull'acqua" e con le disposizioni contenute nel Piano Strategico del Turismo del Veneto, con particolare riferimento alla domanda turistica legata allo "Slow Tourism & Green. Ricerca di esperienze di turismo lento a contatto con la natura, i piccoli centri o con il mondo rurale". Il progetto prevede la progettazione di prodotti e pacchetti turistici da promuovere con azioni di marketing e comunicazione che comprendono la realizzazione di un portale, materiali informativi, la creazione di contenuti, l'organizzazione di eductour per operatori, press trip, attività di digital marketing, oltre a una campagna pubblicitaria dedicata.

 

Rudy Toninato , delegato al turismo Unione Nazionale Navigazione Interna (UNII) e vicepresidente Assonautica Acque Interne Veneto Emilia e titolare di Delta Tour, ha sottolineato la necessità di tutti gli stakeholder, associazioni di categoria e operatori turistici del territorio di lavorare in sinergia con istituzioni ed enti locali per garantire la fruizione delle vie d'acqua con interventi legati alla manutenzione, alle infrastrutture e alla gestione unificata di conche di navigazione e ponti. Con queste finalità è stato avviato un proficuo dialogo con la Regione Veneto, e in particolare con la vicepresidente e assessore alla mobilità Elisa De Berti, che sta investendo in azioni e interventi volti a migliorare la gestione delle vie d'acqua e a facilitare la navigazione turistica.

 

E' stata poi la volta dell'imprenditore Gianni Pasin, autore del libro "Rotta su Venezia. In barca e in bici lungo la Litoranea Veneta da Chioggia a Trieste" (Ediciclo Editore, 2021) che ha raccontato alcuni dei momenti più emozionanti della sua esperienza di navigazione lungo questo antico sistema di vie d'acqua che si snoda per 127 km dalla laguna di Venezia alla foce del fiume Isonzo. Sfruttato già dai Romani e messo a sistema dalla Serenissima, che per secoli ne curò il perfetto funzionamento, il percorso si sviluppa attraverso lagune, canali, in parte naturali e in parte artificiali, e fiumi, che fino agli anni Cinquanta del Novecento erano parte di un sistema di navigazione strategico per il trasporto merci del Nord Est. Pasin ha evocato alcuni degli incontri con quelli che definisce i "guardiani del territorio": pescatori, agricoltori, vignaioli e artigiani che ancora oggi contribuiscono a conservare questo patrimonio di cultura e di bellezza che tutto il mondo ci invidia.

Leave a comment

Vinitaly 2022: le attività di Vinoway Italia

inoway Italia, per la prima volta in assoluto, quest'anno avrà uno Stand di proprietà al Vinitaly 2022, situato presso il Padiglione 12 – F2.

Vinitaly 2022: le attività di Vinoway Italia

Il Team realizzerà diverse attività mediatiche, con foto e video, dedicate a Incontri sul Vino, Degustazioni, Salotti ed Interviste.

Entrando nello specifico, vi elenchiamo il programma:

10 Aprile 2022 – ore 12:30
Neuroscienze – Etichette – Tecniche di vendita
A cura del Prof. di Neuromarketing Vincenzo Russo Università IULM Milano

10 Aprile 2022 – ore 16:00
Degustazione Vini del Consorzio di Tutela Primitivo di Manduria DOP e DOCG
Condotta da: Alessandro Rossi e Davide Gangi

11 Aprile 2022 ore 10:00
Il Presidente Francesco Monchiero racconta il Consorzio di Tutela del Roero

11 Aprile 2022 – ore 11:00
Salotto Vinoway "Come cambierà l'esportazione del vino italiano" con
Dott. Riccardo Cotarella – Presidente Assoenologi
Dott. Vittorio Cino – Direttore Generale Federvini
Alessandro Rossi
Davide Gangi

11 Aprile 2022 – ore 13:30
Degustazione Vini Consorzio Tutela Vini d'Abruzzo
Condotta da: Davide Gangi e Luciano Pignataro

11 Aprile 2022 – ore 15:00
Bruno Vespa racconta i suoi vini

11 Aprile 2022 – Ore 16:30
I Rosati di Marco Mascellani

Miglior Giovane Enologo Vinoway 2019

12 Aprile 2022 – ore 12:00

La Sardegna di Andrea Pala
Miglior Giovane Enologo Vinoway 2021

12 Aprile 2022 – ore 15:00

I Grandi Terroir di Nicola Biasi
Miglior Giovane Enologo Vinoway 2020

12 Aprile 2022 – ore 16:00
Imprese vitivinicole e gestione dei rapporti bancari e finanziari
A cura dell' Avv.Antonio Pinto Responsabile nazionale del settore prodotti bancari e finanziari di Confconsumatori

13 Aprile 2022 – ore 10:30 Sala Vivaldi
Enartis e Vinoway:"Cosa fare per risparmiare energia e aiutare l'ambiente"
A cura del Prof. R. Guidetti (Professore ordinario in ingegneria agraria al Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali – Università degli studi di Milano)

13 Aprile 2022 – ore 14:00
I Vini Spumanti di Vittorio Festa

Il Presidente di Vinoway Italia, Davide Gangi, ha così dichiarato:"Siamo carichi, emozionati e pieni di energia. Vorremmo rendere speciale la nostra prima apparizione con un nostro stand al Vinitaly e abbiamo preparato un programma innovativo che vedrà protagonisti le migliori cantine italiane della Vinoway Wine Selection 2022 e ospiti di grande spessore del panorama vitivinicolo italiano ed internazionale. Con queste degustazioni si è voluto dare risalto ai tre Migliori Giovani Enologi premiati da Vinoway durante le ultime edizioni della Vinoway Wine Selection, oltre all'Enologo Vittorio Festa, nostro referente per le Regioni Abruzzo e Molise. Ringrazio Bruno Vespa per la sua esclusiva disponibilità e i Consorzi che hanno sponsorizzato la nostra presenza al Vinitaly".

Ringraziamo i nostri Sponsor "Acinus Wine Communication & Consulting" "Enartis" "Consorzio di Tutela Primitivo di Manduria DOP e DOCG" "Consorzio di Tutela del Roero" e "Consorzio Vini d'Abruzzo".

I nostri incontri sono gratuiti, previo acquisto ticket di ingresso al Vinitaly.

Leave a comment

Naiade e 5 mila abbracci.

Sono trascorsi pochi giorni dalla chiusura della prima edizione di “Gusta Cherasco” live e ci sembra doveroso ringraziare coloro che ne hanno preso parte. Lo facciamo menzionando Naiade, la ninfa mitologica delle acque che porta fecondità e ristoro perché sia di buon auspicio per tutte le nuove iniziative atte a valorizzare la terra e le cose buone.

Naiade e 5 mila abbracci.

Ringraziamo il pubblico, infatti circa 5 mila persone hanno raggiunto Cherasco, la deliziosa cittadina della Provincia di Cuneo, nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 ottobre per vivere con noi il gustoso evento. Un grazie caloroso va ai produttori presenti, della Regione Piemonte e delle altre Regioni. E’ con la loro presenza che il pubblico ha potuto gustare specialità di ogni genere: formaggi, salumi, arrosticini abruzzesi e altre carni, birre artigianali, grandi vini, dolci, verdure di stagione, tipicità regionali e i piatti del ristorante. Ma non solo cibo e vino, i sigari Toscani per esempio, così come l’Acqua di Cherasco e l’artista Feny Parasole che ha esposto le sue opere nello spazio del ristorante dell’evento, e poi altre unicità che hanno reso un piacevole successo “Gusta Cherasco”.

Grazie di cuore agli sponsor: Biemmedue, Vivai Barberis, Salotti Monchio, Fantasie in Fiore, Barbero, Panealba e Tra Le Mura Stellate Luxury B&B. Grazie ai tanti volontari che non si sono risparmiati nel lavoro di preparazione, finitura e termine della manifestazione. Un ringraziamento alla Banca del Vino di Pollenzo, alla Strada del Barolo, al Barolo del versante occidentale e al ristorante da Francesco.

Grazie a chi ha intrattenuto i più piccini con giochi e divertimenti, a chi ha accompagnato le persone con le E-Bikes, al personale del Comune di Cherasco e alla sua Amministrazione. Un ringraziamento ai relatori della Tavola Rotonda della domenica mattina che ha avuto come protagonista la Robiola Cherasco De. Co. di puro latte di capra. Un prodotto che non significa solo bontà ma amore e tutela di una terra che merita di essere rispettata. Grazie a chi ha curato le master class con i vini del Piemonte e di altre Regioni italiane.

E’ stata la prima edizione, motivo per cui gli organizzatori sono più che consapevoli che alcuni aspetti andranno migliorati, ma un vecchio detto popolare recita: “Chi ben comincia è a metà dell’opera” (Dimidium facti, qui coepit, habet – Orazio), motivo per cui la soddisfazione per quanto è stato realizzato è tanta.

5 mila persone hanno dato fiducia a “Gusta Cherasco”, lo hanno fatto in un frangente storico non facile, ricco di eventi “post pandemia” e, diciamolo in tutta onestà, con qualche euro in meno nelle tasche. Ecco perché quelle 5 mila presenze meritano un abbraccio amichevole con la più viva speranza che siano rimasti soddisfatti dall’iniziativa cheraschese.

Cherasco, la città delle Paci, la città dai 7 secoli di storia, dei mercatini famosi in tutta Italia, delle Chiocciole, delle mostre d’arte, della musica e degli appuntamenti culturali si arricchisce di altra manifestazione interamente dedicata ai sapori del bel Paese.

Cherasco, con le sue romantiche vie e i suoi palazzi nobiliari, Cherasco con i suoi pregiati vini e i prodotti tradizionali, Cherasco con i tanti ristoranti per ogni esigenza culinaria.

Gusta Cherasco” si prefigge di terminare il lavoro, ben iniziato, organizzando le prossime edizioni a partire dal 2022. Vi aspettiamo già da ora assicurandovi che la qualità, la semplicità e l’ospitalità che avete trovato in questa prima esperienza saranno amplificate.

Gusta Cherasco” è l’Associazione di promozione dei prodotti agroalimentari d'eccellenza e del turismo enogastronomico del territorio cheraschese.

Leave a comment

RIVE 2021 FERA DI PORDENONE

Gli operatori della filiera del vino si incontrano alla Fiera di Pordenone.

RIVE 2021 FERA DI PORDENONE

Oltre 170 espositori saranno presenti alla terza edizione di R.I.V.E., Salone internazionale dedicato alla viticoltura e all'enologia in programma alla Fiera di Pordenone il 10, 11, 12 novembre 2021.

Incontrali, confronta prezzi e servizi, scopri le ultime novità sulle tecnologie, prodotti, tecniche per la viticoltura, il trattamento dell'uva e la vinificazione.

GLI EVENTI DI RIVE 2021 Enotrend: più di 30 fra eventi, workshop e convegni

Tra i temi più importanti al centro dei convegni di ENOTREND:

  • La viticoltura moderna: tra cambiamento climatico, greening e nuove tecnologie.
  • Varietà resistenti di vite selezionate dall'Università di Udine
  • Vino, la tipicità corre sui nuovi canali di vendita. Gdo, eCommerce, wine delivery;
  • Spumanti sostenibili e biologici: quali opportunità?

DynamicRIVE è il titolo dell'evento in anteprima che animerà il padiglione 6 e le aree esterne della Fiera di Pordenone: si tratta di un programma di prove dinamiche delle macchine presenti in fiera con focus sugli atomizzatori e sulla robotica in campo.

Leave a comment
Style Selector
Select the layout
Choose the theme
Preset colors
No Preset
Select the pattern
EnglishItalian