News Vitivinicole Wine Idea martedì 21 dicembre 2021!

Buongiorno,
Wine Idea presenta le news di martedì 21 dicembre 2021!

Intervista a Clemente Biondi Santi - L'innovazione intelligente dalle vigne alle criptovalute.
II ruolo della più avanzata tecnologia è determinante per le nuove strategie di mercato. Parola di Clemente Biondi Santi, giovane imprenditore nel mondo della finanza innovazione e nel Dna della sua famiglia da secoli. Fu Ferruccio Biondi Santi a dar vita al primo vigneto di Montalcino, piantato con viti di un clone selezionato di Sangiovese, il Brunello (ora nel gruppo Epi). Tuttora Clemente, col padre Jacopo e i fratelli, gestisce la tenuta di Castello di Montepò, in Maremma.

Fonte: Class.

Bollicine da record.
Le bottiglie delle feste Dati in milioni di bottiglie da 0,75 litri e variazione % 2020/21 +18.3% 316,3 267,4 +20% 228,6 190,5. Per le feste il mondo stapperà 316 milioni di bottiglie made in Italy e la produzione 2021 è di 900 milioni Trionfo Il pilota olandese Max Verstappen festeggia con il team Red Bull la conquista del campionato mondiale di Formula Uno ad Abu Dhabi, lo scorso 12 dicembre, stappando bottiglie dello spumante italiano Ferrari (Getty Images) di Luciano Ferraro Quando Max Verstappen, dopo la folle corsa di Abu Dhabi, è diventato campione del mondo di Formula 1, per celebrare la vittoria ha stappato una maxi bottiglia del Trentodoc di Cantine Ferrari.

Fonte: Corriere della Sera.

Un anno di cibo estremo - Estremisti nel cibo, estremisti nel vino. Frizzanti e vermut puro per le feste.
Si, sono un uomo coerente, al cibo estremo abbino il vino estremo ed ecco dunque le bottiglie più strabilianti dei miei ultimi dodici mesi. Il mio estremismo infastidisce anche me ma non posso farci nulla, ci sono intere settimane in cui un vino non rifermentato in bottiglia non sono capace di berlo, non riesco proprio a deglutirlo, perdonatemi. Nel presente best of 2021 i frizzanti da metodo ancestrale faranno pertanto la parte del leone. Comincio col Raboseo di Asja Rigato, che è la soluzione al problema spritz. Per colore, provenienza, facilità, piacevolezza.

Fonte, Foglio.

Il Carignano della Cantina di Santadi celebra il Sulcis.
Sono convinto che Ulisse per ingraziarsi Polifemo gli abbia offerto un otre di Carignano del Sulcis. Basta degustare questo vino per sentire che è l'anima del Mediterraneo, che è mito, che è l'impeto di Dioniso. Gli amp elografi lumeggiano che quest'uva sia migrata in Sardegna dalla Spagna con gli aragonesi. Però a me piace pensarla uva autoctona, donata da Dioniso al popolo dei Nuraghi perché si facessero civiltà tirrenica. C'è anche una ragione sentimentale per innamorarsi del Carignano: porta il nome dei principi che ospitarono nel loro palazzo torinese il primo Parlamento d'Italia.

Fonet: La Verita'.

In vino veritas.
Un Pinot Bianco con fragranze di erbe alpine Con oltre 650 soci per una superficie vitata complessiva di ben 450 ettari, la Cantina altoatesina Kaltem è una realtà cooperativa con pochi eguali. La combinazione favorevole di terreni vocati per giacitura ed esposizione e un microclima unico, soleggiato e mite, grazie all'influenza del Lago di Caldaro, il più grande della provincia di Bolzano, permette di forgiare una gamma completa che spazia da vini profumatissimi e immediati a ricercate riserve da invecchiamento.

Fonte: Messaggero.

Fatturato Caviro a +8%.
La cantina cooperativa Caviro ha chiuso il bilancio annuale a 390 milioni di euro (+8%). L'export ha messo a segno un balzo del 17%.

Fonte: Sole 24 Ore.

Veleni in piazza - Brunetta è sempre tra i suoi vini.
I vini Doc Roma sono stati accolti nelle sale di Palazzo Colonna: non poteva mancare il ministro Renato Brunetta, in mezzo alle sue etichette. Sì, perché la sua cantina fa parte di quelle del Consorzio Roma Doc, presentate nella Coffee House.

Fonte: Tempo.

Vini abruzzesi, l'export cresce in un anno del 10 per cento.
PRESENTATA A PESCARA L'ANALISI REALIZZATA DALL'OSSERVATORIO PERMANENTE "WINE MONITOR NOMISMA". Cresce in un anno del 10% l'export dei vini abruzzesi facendo registrare un fatturato complessivo superiore ai 205 milioni di euro. Quello che sta per chiudersi è un annodi ripartenza per l'enologia abruzzese che in un decennio ha aumentato del 90% le esportazioni e che continua a far registrare dati incoraggianti sui mercati internazionali.

Fonte, Messaggero Abruzzo.

Caviro approva il bilancio: +8% e 390 milioni di fatturato.
Lexport ha fatto registrare un incremento del 17%: i mercati principali sono Gran Bretagna e Usa TAVERNELLO RESTA IL PRODOTTO PIÙ CONOSCIUTO OTTIMI I RISULTATI DI CAVIRO EXTRA: PIÙ 23%. Il Gruppo Caviro ha approvato il bilancio d'esercizio chiuso al 31 agosto 2021 con risultati in netta crescita, un fatturato consolidato di 390 milioni di euro, in aumento dell'8% rispetto al 2020 e un livello occupazionale sui territori di 583 persone mediamente impiegate, con un incremento rispetto all'anno precedente di 15 unità.

Fonte: Corriere Romagna.

Degustazioni 2021 Le dieci novità dell'anno suggerite da Luca Gardini.
In un momento di grandissimo cambiamento del mondo del vino, così come nel resto dell'economia sia artigiana che industriale, abbiamo deciso di dare spazio alle novità dell'anno in termini di vini e cantine. Questo a testimonianza di un settore comunque in fermento, che non smette mai di sognare e di far sognare. La lista che segue è quindi il frutto di un anno di viaggi e degustazioni in giro per tutto il nostro Paese, che mi hanno portato ad assaggiare prodotti nuovi di aziende storiche e blasonate - che però non vogliono mai smettere di sperimentare -, ma anche bottiglie di realtà che si affacciano per la prima volta a questo affascinante mercato.

Fonte: Corriere Romagna Speciale Vini.

"Salealto", il neonato di casa Cusumano dove mare e montagna si incontrano.
Come poteva essere il vino bevuto da Re Ferdinando IV? È attorno a questa domanda che l'azienda Cusumano ha costruito il suo nuovo progetto "Salealto". Un vino brioso, frutto di ricercae tanta curiosità, dove il mare e le montagne siciliane si incontrano. Ancora una volta, la Sicilia si dimostra terra di contrasti. L'ispirazione per questa bottiglia, i fratelli Diego e Alberto Cusumano, l'hanno trovata scavando nella tradizione della loro coloratissima regione. «L' "universo vino" è costituito dalle scelte intraprese dai viticoltori a partire da più di 8mila anni fa — ricordano i due.

Fonte: Corriere Romagna Speciale Vini.

Tagli bordolesi romagnoli Un "gioco" di sfumature «Ecco la mia selezione».
Una metodologia introdotta in Francia e sbarcata in Italia negli anni Cinquanta In Romagna, ai vitigni internazionali, spesso viene assemblato il Sangiovese. In viticoltura si definisce `taglio' (o blend) un vino prodotto con più di una varietà di uva. Storicamente si tratta di una metodologia introdotta nell'uso francese, soprattutto nella zona di Bordeaux (da cui `taglio bordolese'), dove tradizionalmente, soprattutto per i vini rossi del Médoc e del Pessac-Léognan, si mescolavano uve di Cabernet Sauvignon a percentuali variabili di Merlot, Cabernet Franc, in qualche caso Petit Verdot e occasionalmente Malbec.

Fonte: Corriere Romagna Speciale Vini.

Enio Ottaviani e il vino che ha conquistato il colosso cinese Huawei.
Il Merlot in Romagna? Ebbene sì, e il risultato può essere al di sopra delle aspettative. Il vitigno originario della Gironda (in Francia) ha trovato da tempo la capacità di adattarsi ed esprimersi sui terreni di questa terra gentile e abbondante. Lo sa bene Davide Lorenzi, co-titolare e vignaiolo dell'azienda Enio Ottaviani di San Clemente, a Rimini. Da anni, infatti, Davide impegna parte del suo tempo sulla produzione di un Merlot in purezza che fuori dai confini nazionali ha fatto faville. In particolare in Cina, dove da 8 anni il colosso della telefonia Huawei gliene compra la bellezza di 12mila bottiglie, assorbendo così più del settanta per cento della produzione.

Fonte: Corriere Romagna Speciale Vini.

Un giro tra Italia e Francia alla ricerca delle bolle con le quali brindare.
Dal Franciacorta al Trentodoc, dal Lambrusco alle maison dello Champagne Una selezione di dieci bottiglie firmata dall'esperto internazionale. Ed eccoci finalmente, anche per questo 2021, a sfruttare la `scusa' delle festività per un bel brindisi collettivo. Anche per il settore vitivinicolo, inutile nasconderlo, sono state due annate travagliate; tuttavia la sostanziale tenuta del comparto, anzi, il leggero aumento delle vendite rispetto al 2020 — gli ultimi dati presentati (fonti Iri) parlano di circa un 2% in volume e quasi 10% in valore nei primi 9 mesi del 2021.

Fonte: Corriere Romagna Speciale Vini.

Natale in rosa per Caviro Paolo Cevoli stappa il Novebolle extradry.
Il nuovo episodio narrato dal comico è quello di Ulisse e Penelope, due persone molto diverse che si incontrano per caso in un ristorante romagnolo pe, emblema della forza e della determinazione delle donne». Novebolle, un nome e un marchio che Caviro ha creato scavando nella storia e nella tipografia. «Nove come i nove colli romagnoli; nove come inizio novecento, periodo in cui la Romagna produceva spumanti apprezzati in Italia e all'estero; nove come novo, nuovo: un nuovo concetto di sparkling wine», così spiegano l'origine del progetto su cui la cooperativa è impegnata ormai da qualche anno e che fa parte di un'operazione di restyling imponente.

Fonte: Corriere Romagna Speciale Vini.

Intervista a Elena Fucci - Elena Fucci si racconta «Così tutto è iniziato».
Interprete d'eccellenza dell'Aglianico del Vulture in una cantina che punta alla sostenibilità «Il lavoro, per noi, non è staccato dalla vita». Quella di Elena Fucci e della sua omonima azienda è la storia di un'avventura iniziata 21 anni fa tra le bellezze del paesino di Barile e il verde fogliame dei vitigni di Aglianico del Vulture. Siamo in Basilicata, uno dei luoghi simbolo dei grandi vini del Sud Italia, di cui Elena è tra le interpreti più particolari e raffinate con le sue bottiglie dal marchio "Titolo". Nel 2000, dopo aver preso il diploma al liceo scientifico, appena 18enne sceglie di dedicare la sua vita alla produzione del vino.

Fonte: Corriere Romagna Speciale Vini.

Caviro, fatturato a 390 milioni L'aumento è dell'8% in un anno.
La crescita del Gruppo vitivinicolo faentino è stata sostenuta dall'export (+17%) e dalla società Caviro Extra Risultati in crescita per il Gruppo Caviro che ieri ha approvato il bilancio d'esercizio chiuso al 31 agosto 2021 con un fatturato di 390 milioni, in aumento dell'8% rispetto al 2020 e sostenendo il livello occupazionale sui territori con 583 persone mediamente impiegate, con un incremento rispetto all'anno precedente di 15 unità. La crescita del Gruppo vitivinicolo faentino è stata sostenuta da ottimi risultati dell'export (+17%), di cui vino +6% e B2B +75% e, in particolare, dalle performance straordinarie della società Caviro Extra.

Fonte: Resto del Carlino Ravenna.

Inchiesta sulla Cantina Annullato il sequestro chiesto dalla procura.
II tribunale del riesame ha accolto il ricorso presentato da due ex amministratori e da un mediatore di vini. Il tribunale del riesame, accogliendo il ricorso presentato dai legali, ha annullato il sequestro preventivo di beni e denaro per circa 750mila euro, sequestro nell'ambito dell'inchiesta sulla precedente gestione della cantina sociale di Canneto. Un'inchiesta giudiziaria su una presunta contraffazione e adulterazione di vino iniziata circa due anni fa e nella quale erano stati indagati i vertici della cantina e una trentina di produttori.

Fonte: Provincia - Pavese.

Vino analcolico: rischio.
In Consiglio Passa la mozione di Fratelli d'Italia, ma c'è chi frena Vino analcolico: rischio lontano, ma si fa fronte. È passata all'unanimità, nel corso del Consiglio comunale di lunedì della scorsa settimana, la mozione di Fratelli d'Italia contro la dealcolizzazione del vino. Il testo, che chiedeva di impegnare Amministrazione e Consiglio a «farsi portavoce, tutelando i consumatori e le realtà vitivinicole monferrine e piemontesi, affinché sia promulgata una normativa che regolamenti la produzione di bevande a base di uva generate al di fuori dei disciplinari di qualità e origine e che ne regolamenti al contempo la denominazione affinché non si possa definire vino qualcosa che tale non è», è stato letto in aula dal consigliere Tatiana Mantovan.

Fonte: Monferrato.

La vendemmia 2021 per la "Vignaioli" è da quattro stelle.
Analisi e dati Grignolino vicino all'eccellenza con quattro stelle e mezzo La vendemmia 2021 per la "Vignaioli" è da quattro stelle ALBA *Oltre un miliardo di euro di fatturato. È il valore dell'export del vino piemontese nell'anno in cui la produzione si è attestata a poco più di 2,3 milioni di ettolitri contro gli oltre Z7 del 2020, facendo comunque i conti con una vendemmia che si avvicina «all'eccellenza qualitativa» e «merita le Quattro Stelle». Quelle assegnate 1all'annuale pubblicazione curata da Vignaioli Piemontesi e Regione Piemonte che analizza dati tecnici e valutazioni sulla vendemmia e sull'andamento economico del comparto vitivinicolo.

Fonte: Monferrato.

Le grandi guide dei vini premiano «Fattoria Dianella 1».
Una fine d'anno positiva per i vini della fattoria "Dianellal" di Vinci. I prodotti nati dall'impegno e dalla passione dei fratelli Leonardo e Francesco Lunardi, quarta generazione di produttori di Chianti Docg e Igt Toscano, sono infatti stati premiati con importanti riconoscimenti di settore. Impegnati nella ricerca della qualità e usando tecniche produttive che sanno coniugare tradizione e innovazione, i fratelli Lunardi hanno prodotto vini che sono entrati nelle guide Veronelli e Luca Maroni. Si tratta, più precisamente, della «Luca Maroni i migliori vini d'Italia 2022» e i vini di «Veronelli guida Oro 2022» con i vini "Cusebio " Igt rosso super tuscan 2018 (punteggio due stelle); "Otis" Igt bianco vermentino 2020 (punteggio due stelle) e "Ideo " chianti Docg 2019 (punteggio una stella).

Fonte: Nazione Empoli-Pontedera.

Boom del Pinot Grigio Imbottigliato vola a +6%.
Annuncio del Consorzio delle Venezie che copre 27mila ettari di vigneto Boom del Pinot Grigio Imbottigliato vola a +6% Incremento del 22% delle certificazioni e per l'export, bene Regno Unito, Usa e nel Nord Europa che assorbono il 70% della produzione Pronti nuovi progetti di promozione con ambasciatori del maschio selezionati dal cda •• Fine anno con il botto per il Pinot grigio delle Venezie doc. Lo annuncia soddisfatto il consorzio della più grande denominazione a livello nazionale per questo vino con 27mila ettari di vigneto, che riunisce gli operatori della filiera produttiva del Pinot grigio doc di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Provincia Autonoma di Trento.

Fonte: Arena.

Ventunmila visitatori nell'anno della ripartenza Villa dei Vescovi ha fatto il pieno con le famiglie.
Villa Vescovi a Luvigliano di Torreglia, gestita dal Fondo Ambiente Italiano, dopo la consueta chiusura invernale riaprirà i125 febbraio con grandi novità. II bistrot-enoteca avrà la nuova gestione di Martina Beggiato, titolare di Soluzioni Event Lit e dei format delle Finestra sui Colli - Cene in Vigna e Bee Experience e ai fornelli ci sarà la giovane Isabella Guariento, chef delle Cene Impossibili sui Colli Euganei e vincitrice della trasmissione "Cuochi d'Italia" su Tv8 dedicato ai migliori talenti nazionali under 30. Gli orari saranno ampliati con l'obiettivo dell'apertura serale e l'enoteca lavorerà in stretta sinergia con la Strada del Vino dei Colli Euganei.

Fonte: Gazzettino Padova.

Vittorio e Conegliano Zanette resta in sella «Cantina più forte».
Il presidente del Consorzio Prosecco doc riceva la conferma «Ora investimenti per sviluppare la sede di Fontanafredda». Stefano Zanette è stato riconfermato presidente della più grande cantina cooperativa di Prosecco, sia Doc che Docg: la cantina di Vittorio Veneto, che ha due sedi periferiche, a Conegliano e a Fontanafredda. Zanette è anche a capo del Consorzio di tutela Prosecco Doc.

Fonte: Tribuna Treviso.

Prosecco Docg, videoauguri dei piccoli produttori: boom.
L'incanto delle colline Patrimonio Unesco, la magia di un luogo singolare, la verve di una trentina di amici, una celeberrima colonna sonora festosamente natalizia e solidale. E la regia di un sapiente esperto di marketing. Con questi ingredienti di prim'ordine non poteva che diventare un video subito virale, quello degli auguri di Buone Feste dei piccoli produttori del Prosecco Superiore. O, per definirlo come più piace a loro, del Conegliano Valdobbiadene Docg.

Fonte: Tribuna Treviso.

Cantine di Verona, ricavi a 66,5 milioni di euro.
Via libera al primo bilancio post fusione. Ora nuovi investimenti e valorizzazione del  “Custoza Riserva” e “Garda Doc”. Cantine di Verona archivia il primo bilancio dopo la fusione per incorporazione di Cantina Valpantena con Cantina di Custoza, avvenuta a luglio 2021, con un fatturato di 66,47 milioni di euro, +5%.

Fonte: Nordest Economia.

Il mercato del vino è una partita a tre, ma i giovani guardano all'Italia.
Da qui ai prossimi due anni il mercato del vino è e resterà una "partita a tre", tra la storica Francia, la crescente Spagna, e l'Italia che ha riscosso un grande interesse anche all'estero, ed in particolare negli Usa, con una recente novità: il Prosecco Rosé. A evidenziarlo uno studio sui trend globali vitivinicoli condotto da Sopexa per Wine in Paris.

Fonte: ANSA.it.

Vino: Vigna 800 punta sul biologico per superare la pandemia.
Vino biologico, ricetta vincente per superare la pandemia anche per le piccole cantine. Gianfranco Elampini, titolare dell'azienda agricola Vigna '800 nel cuore della veronese Valpolicella classica, ha improntato la produzione vitivinicola «esclusivamente sui vini biologici» sottolinea l'imprenditore agricolo.

Fonte: ANSA.it.

I vini d'Italia secondo Veronelli, app con guida e seminari.
Da oggi è possibile accedere al patrimonio dei vini d'Italia e alla cultura enologica "secondo Veronelli" attraverso un'applicazione che propone, accanto alle recensioni della Guida, tutti gli articoli pubblicati dal Seminario Veronelli, con approfondimenti e contenuti costantemente aggiornati.

Fonte: ANSA.it.

Vino: 15 mila degustazioni alla Torino Wine Week invernale.
Oltre 15 mila degustazioni all'edizione invernale della Torino Week, che si è tenuta dall'11 al 19 dicembre nel capoluogo piemontese e chiusa con il Salone del vino al Museo del Risorgimento. Una quarantina gli appuntamenti fra cene e degustazioni, e più di 500 etichette presentate, oltre 70 produttori presenti.

Fonte: ANSA.it.

Vino, via al decreto per fermentazioni e rifermentazioni fuori periodo.
È stato firmato il decreto che consente le fermentazioni e rifermentazioni al di fuori del periodo della vendemmia. Una notizia senza ombra di dubbio benvenuta per il mondo del vino: con la firma del decreto n. 655154 del 14 dicembre 2021, il Ministero ha di fatto messo a disciplinare le fermentazioni e le rifermentazioni al di fuori del periodo vendemmiale.

Fonte:  Dissaporet.

Decanter: quale scegliere per esaltare la qualità del vino.
Perfetto per favorire l’ossigenazione del vino, il decanter è un prezioso alleato di sommelier e appassionati: ecco come sceglierlo. Preziosi alleati dei sommelier ma anche dei semplici appassionati di vino, i decanter sono particolari ampolle di vetro o di cristallo che hanno la funzione di far decantare il contenuto, Indispensabile per separare i depositi e i sedimenti ma anche per favorire l’ossigenazione del vinovale a dire separare i depositi e i sedimenti ma anche di favorire l’ossigenazione.

Fonte: Agrodolce.

Wine Trade Monitor Sopexa: Italia vino amata da nuove generazioni.
L’Italia del vino, oltre a essere riconosciuta come una delle nazioni con maggiore prospettiva di crescita nei mercati, si conferma nuovamente come la più apprezzata dalle nuove generazioni. E, nei prossimi anni, si giocherà una partita con la storica rivale, la Francia e la Spagna. E l’appeal dell’Italia all’estero è cresciuto, soprattutto negli Usa, grazie al neonato Prosecco Rosé. Sono alcune degli highlights emersi dall’indagine Wine Trade Monitor 2021 di Sopexa, agenzia internazionale specializzata nel Food and Drink.

Fonte: Askanews.

Natale 2021: un bottiglia di vino speciale.
Per amici o genitori, una bottiglia, o un cofanetto, di vino può essere il regalo azzeccato se scelta con attenzione.  Sotto Natale spesso ci si ritrova alla ricerca del regalo last minute e, ancor più spesso, ci si butta su scelte sbagliate quando optando per una bottiglia o un cofanetto di vino attentamente selezionati si farebbe.

Fonte: ANSA.it.

EGO International, il vino ligure conquista gli Stati Uniti.
Qualità e artigianalità sono le qualità che hanno fatto decollare le vendite dei vini Made in Liguria all’estero, sempre più apprezzati nei mercati internazionali, dove gli Stati Uniti si collocano tra i principali estimatori delle Doc locali.

Fonte: Imperianews.it.

Grazie per l’ascolto, vi ricordiamo che le news di oggi, sono state offerte da Fare Cantina, impianti completi di confezionamento e imbottigliamento del vino.

A risentirci a domani.

Leave a comment

News Vitivinicole Wine Idea lunedì 20 dicembre 2021!

Buongiorno,
Wine Idea presenta le news di lunedì 20 dicembre 2021!

Vino sott'acqua Invecchiamento di un anno a prova di ladri.
Un anno sott'acqua (quella del lago), a 30 metri di profondità. Una tecnica di invecchiamento speciale del vino, sperimentata a Cemobbio, nel lago di Como, a scopo benefico. Ieri mattina, tre sub dell'invincibile Diving, associazione che promuove immersioni per le persone diversamente abili, hanno portato in fondo al lago cinque anfore da quattro litri di vino ciascuna, prodotto dalla Vitivinicola Cernobbio. Le anfore saranno custodite in una cassa a pro danneggiamenti e di furto, ancorata al fondo. Tra un anno, il vino sarà recuperato e venduto all'asta per sostenere le attività dell'invincibile Diving.

Fonte: Corriere della Sera Milano.

EOS FoodSuite e EOS WineSuite.
Gli Erp peril settore alimentare sono basati su Microsoft Dynamics 365 Business Central EOS FoodSuite e EOS WineSuite La proposta dalla produzione alla distribuzione. Per i vini, dalla vigna alle bottiglie oodSuite e WineSuite sono gli Erp verticali per il settore alimentare messi a punto da EOS Solutions. Sono basati su Microsoft Dynamics 365 Business Central e, appunto, integrano in un unico sistema ERP tutte le funzionalità di gestione. Alla tradizionale modalità on-premise si affianca la modalità cloud, con un abbattimento dei costi.

Fonte: Sole 24 Ore Scenari.

Innovazione biotecnologica al servizio di enologia e agricoltura.
Dall'azienda trevigiana prodotti innovativi pensati in chiave biologica ed ecosostenibile per offrire un'esperienza enogastronomica senza eguali, nel rispetto dell'ambiente Innovazione biotecnologica al servizio di enologia e agricoltura Creare un dialogo tra natura e scienza: l'impegno per un futuro sostenibile grazie alla ricerca applicata sui processi agro ambientali ostruire un dialogo tra natura e scienza per creare prodotti capaci di combinare le migliori espressioni naturali alle elevate performance. E' questo il mantra di Coccitech - Powering your green future, l'innovativa azienda fondata dal Dr. Marco Lucchetta a San Vendemiano, in provincia di Treviso.

Fonte, Sole 24 Ore Scenari.

Grande successo per la prima rassegna nazionale dei vini Piwi.
La fondazione ha organizzatola prima gara enologica dei vini "resistenti" con il supporto del Consorzio Innovazione Vite e dell’associazione Piwi international Grande successo per la prima rassegna nazionale dei vini Piwi. Importante l'adesione del mondo vitivinicolo alla gara dei vini prodotti con almeno il 95 per cento di uve provenienti dalla varietà Pilz Widerstandsfähig La Fondazione Edmund Mach ha organizzato la prima rassegna nazionale dei vini "resistenti" ovvero i vini prodotti con almeno il 95 per cento di live provenienti da varietà Piwi (Pilz Widerstandsfähig).

Fonet: Sole 24 Ore Scenari.

Il vermentino Oua di Parma premiato dai sommelier. E Ricolla diventa biodinamica.
E Ricolla diventa biodinamica Daniele Parma nella sua azienda vinicola La Ricolla NE Oua in dialetto ligure significa "ci siamo". Ma se il traguardo che hai raggiunto va oltre a quello che avevi previsto, allora bisogna dire Oua al quadrato. Si chiama così il vermentino. La Ricolla, premiato per il secondo anno consecutivo con il massimo dei voti da parte dell'Ais. Non che ai viticoltori non accada di riconfermarsi. Ma Oua al quadrato non è un vino come tutti gli altri: è biodinamico.

Fonte: Secolo XIX Levante.

Cantine di Verona cresce Ricavi +5% a 66,5 milioni.
Positivo il primo bilancio dopo la fusione a luglio tra le coop Valpantena e Custoza Cantine di Verona cresce Ricavi +5% a 66,E milioni L'utile netto è di 409mi1a euro il patrimonio +1 5% è a 29,5 milioni Turco: «Al via investimenti per produzione e promozione» ' .iie ria rati<«i •• Cantine di Verona approva il primo bilancio dopo la fusione per incorporazione di Cantina Valpantena con Cantina di Custoza, perfezionata a luglio. L'operazione aveva ricevuto il placet dei soci di quest'ultima a marzo, dopo un percorso di stop e go a causa delle resistenze trai viticoltori dell'Ovest della provincia.

Fonte: Arena.

Terre Cevico sale al 75% delle Cantine Montresor.
Terre Cevico, Centro vinicolo cooperativo, gruppo di Lugo di Romagna (Ravenna), chiude l'esercizio 2020-2021 con un fatturato di 164,3 milioni (+3,2%) e una quota export del 38%, e punta a rafforzarsi nel Veronese. Il gruppo romagnolo ha annunciato nel corso annuale di bilancio l'acquisizione di un'ulteriore quota di Cantine Montresor in Valpolicella, arrivando così al controllo del 75% dell'azienda.

Fonte: Arena.

La grande alleanza per l'Unesco.
II riconoscimento per le peculiarità della tecnica di appassimento dell'uva nella terra dell'Amarone e del Recioto La grande alleanza per l'Unesco Mondo del vino, studiosi, amministratori e politica uniti per sostenere la candidatura a patrimonio dell'Umanità La macchina che punta al «marchio» internazionale si è messa in moto cinque anni fa. Tanti ne parlano, tutti la invocano. Da anni. La candidatura della Valpolicella a patrimonio Unesco è da tempo uno degli argomenti più discussi nelle terra dell'Amarone e del Recioto e da almeno cinque anni un obiettivo caldeggiato non solo da politici locali, regionali e nazionali di vari partiti, ma anche da produttori vitivinicoli e agricoltori, operatori del turismo, imprese locali, associazioni e residenti.

Fonte, Arena.

Intervista a Giovanni Zanon - «A Follina, prosecco a suon di musica».
Parla Giovanni Zanon, titolare dell'hotel Villa Abbazia, un albergo che nel corso degli anni ha costruito un'offerta turistica di prim'ordine. Marcello Mastroianni e Sandra Bullock tra gli ospiti illustri. E ogni anno Uto Ughi dirige un concerto benefico «A Follina, prosecco a suon di musica» VENTIQUATTRO STANZE DODICI DIPENDENTI E OLTRE UN MILIONE DI FATTURATO ANNUO CON UNA GESTIONE ANCORA FAMILIARE.

Fonte: Gazzettino.

Gli auguri di 24 produttori della Docg: il video è virale.
L'OSTERIA SENZ'OSTE SCELTA COME LOCATION PERCHE' RAPPRESENTATIVA DEL TERRITORIO «MESSAGGIO DI UNIONE» VALDOBBIADENE Gli auguri di Natale con un video da un posto simbolo delle colline Unesco, l'Osteria senz'Oste. A darsi appuntamento sono stati ventiquattro produttori di Conegliano Valdobbiadene del consorzio Docg. Doveroso trovare un luogo che fosse rappresentativo di questi luoghi dove da secoli si produce dell'ottimo vino e non solo. Detto fatto. L'Osteria senz'Oste è sembrata a tutti i "magnifici ventiquattro" il posto adatto trovandosi nel cuore di quelle rive storiche che stanno facendo parlare il mondo. Incassato il "sì" di Cesare De Stefani e si e' proceduto alla registrazione del video messaggio della durata di circa quattro minuti all'insegna dell'allegria.

Fonte: Gazzettino Treviso.

Vini, le migliori bottiglie del 2021 secondo il New York Times.
Eric Asimov, critico enogastronomico della testata statunitense, ha selezionato i vini più interessanti assaggiati nell’ultimo anno. Sono 12 etichette con due italiani: un Chianti Classico Vigna Istine 2018 e, il più vecchio della lista, un Barolo 1978 di Cantina Mascarello. «Indipendentemente da dove mi trovi o da cosa stia succedendo, c’è una costante: devo sempre assaggiare un vino». Parola di Eric Asimov, critico enogastronomico del New York Times. Quando l’anno sta per terminare, è tempo di bilanci, ma anche di scegliere le bottiglie giuste da stappare durante le feste.

Fonte: Corriere.

Vino a Downing Street nel lockdown, Johnson ora rischia.
Una foto, diffusa dal Guardian, ritrae il premier britannico durante i giorni del lockdown, a maggio del 2020, quando le riunioni sociali erano bandite, seduto accanto alla moglie nel giardino di Downing Street, con bottiglie di vino in evidenza.

Fonte: ANSA.

Firenze la Flog riapre, ma solo per il vino: «Allora sarà questo il futuro?»
La musica no. Ma il vino sì. Non si placano le discussioni sul presente e sul futuro dell’auditorium Flog, l’unico e più importante luogo di musica e aggregazione giovanile che ha deciso di non riaprire, pur potendo farlo, a inizio stagione. Costringendo il Rock Contest a traslocare al cinema La Compagnia per la finale, per la prima volta in oltre trent’anni lontana dal Poggetto. E costringendo tutto il settore del rock underground a bypassare Firenze o adeguarsi a spazi meno adeguati.

Fonte: Corriere Fiorentino.

Dalla Regione 305mila euro per le enoteche e le Strade del vino e del cibo.
L'assessore Protopata: "L'obiettivo è garantire la continuità nelle attività di promozione dei vini a denominazione e dei prodotti agroalimentari di qualità piemontesi". La Regione Piemonte assegna una dotazione finanziaria di 305.000 euro per il triennio 2021-2023, a sostegno delle Enoteche regionali e Strade del vino e del cibo del Piemonte.

Fonte: Ossola News.

Oltre ai calici per il vino, scegliamo i bicchieri adatti ai liquori per fare un figurone con gli ospiti.
Certamente, se dobbiamo mangiare la minestra avremo bisogno del cucchiaio. Se dobbiamo affettare la carne, poi, di forchetta e coltello. A volte non ci pensiamo, ma anche per bere è meglio scegliere il bicchiere adatto. Non si tratta solo di bon ton o di regole di società, è proprio un’esigenza data dal tipo di bevanda, per poterla gustare appieno trattenendo tutti gli aromi. Lo sa bene chi è appassionato di vino, ad esempio.

Fonte: Proiezioni di Borsa.

Il vino e le mele di Mezzacorona festeggiano il 2021.
Bilancio record per Gruppo Mezzacorona: nel 2021 il colosso vinicolo (e frutticolo) trentino ha raggiunto un fatturato consolidato superiore a 196,5 milioni di euro contro i 193,6 del 2020 (+1,5%), frutto della sola gestione caratteristica. L’utile netto e stato di 3,207 milioni in confronto ai 2,419 del 2020 (+32,5%). Il valore del conferimento si è attestato a 67,515 milioni, mentre le rese per ettaro hanno toccato 18.799 euro di media.

Fonte: Distribuzione Moderna.

La bellezza dell’uva, il Salone del Vino al Museo del Risorgimento.
Un breve resoconto del Salone del Vino, appuntamento enologico tenutosi sabato 18 e domenica 19. Ecco una panoramica dell'evento e qualche dettaglio sull'offerta vinicola. Uno scenario del tutto affascinante ha incorniciato il Salone del Vino tenutosi lo scorso fine settimana. Il Museo del Risorgimento ha ospitato l’evento nel grande salone del primo piano, quello che avrebbe dovuto ospitare la Camera dei Deputati.

Fonte: Torino Top News.

Produttore dell'anno, premio 'Mangia & Bevi' alla Cantina Terredora.
E’ in edicola la guida Mangia & Bevi 2022 che premia le migliori proposte gastronomiche della Campania. La guida curata da Luciano Pignataro e Santa di Salvo premia la famiglia Mastroberardino. Il volume si immergono nella splendida regione campana per raccontare le migliori occasioni del buon bere e mangiare tra 204 ristoranti, 102 osterie, senza dimenticare la scelta tra i migliori 160 vini delle nostre cinque province.

Fonte: AvellinoToday.

Migliori vini al mondo del 2021 secondo il NYT: 2 sono italiani.
Ci sono anche due eccellenze italiane nell'elenco dei migliori vini al mondo del 2021 stilato da Eric Asimov, noto critico enogastronomico del New York Times. Eric Asimov, il noto critico enogastronomico del New York Times, ha stilato l’elenco dei migliori vini del 2021. Tra le dodici eccellenze a livello mondiale, ci sono anche due vini italiani: un Chianti Classico Vigna Istine 2018 e un Barolo 1978 di Cantina Mascarello.

Fonte: Initalia Virgilio.

Due i vini del Friuli sono tra i migliori in Italia per rapporto qualità prezzo.
Uno dei filtri più importanti durante l’acquisto è il rapporto qualità prezzo ed è anche il metro di giudizio dei due vini del Friuli premiati da Gambero Rosso. La nota guida enogastronomica infatti ha pubblicato i nomi di quelli che sono i vini che meglio soddisfano il palato in rapporto del prezzo indicato. Per l’occasione Gambero Rosso realizza una guida specifica, Berebene, che quest’anno ha raccolto 848 vini premiati a meno di 13 euro.

Fonte: Friuli Oggi.

Time Reflections: la nuova installazione artistiche nelle gallerie di Villa Sandi.
Un’installazione permanente esordisce nelle gallerie sotterranee della villa in stile palladiano per evolvere l’esperienza del vino e della cantina in chiave emozionale. Sandi ha presentato la nuova installazione artistica «Time reflections»: un’opera permanente realizzata nelle cantine che si snodano al di sotto della seicentesca villa in stile palladiano, dove matura il Metodo Classico Opere. Il progetto, inaugurato da Giancarlo Moretti Polegato - Presidente di Villa Sandi -  insieme a Fabrizio Panozzo - Docente Università Ca’ Foscari -, Martina Pin - responsabile Marketing di Villa Sandi - e al gruppo d’arte contemporanea D20 ARTLAB, rientra nel percorso promosso dal Centro AIKU - Arte Impresa Cultura dell’Università Ca’ Foscari di Venezia - che si propone di portare i musei, l’arte e più in generale le forme di bellezza nei luoghi di produzione delle eccellenze del Made in Italy.

Fonte: Treviso Today.

Nella Cantina della Sfida esposta l'armatura originale di Bud Spencer - Fieramosca.
Esposta nella Cantina della Sfida, dove resterà gratuitamente visitabile fino a domenica 9 gennaio per l’intero periodo delle festività, l’armatura originale di scena indossata da Bud Spencer come ultimo Fieramosca sul grande schermo nel film prodotto e distribuito dalla Titanus “Il soldato di ventura” per il 45° anniversario dall’uscita (1976-2021) con grande successo di critica e di pubblico in tutte le sale cinematografiche italiane e straniere.

Fonte: Barletta Live.

Grazie per l’ascolto, vi ricordiamo che le news di oggi, sono state offerte da Fare Cantina, impianti completi di confezionamento e imbottigliamento del vino.

A risentirci a domani.

Leave a comment

News Vitivinicole Wine Idea sabato 4 dicembre 2021!

Buongiorno,
Wine Idea presenta le news di sabato4 dicembre 2021!

«Così il mio Amarone ha innaffiato il G20».
Giancarlo Aneri si racconta: «C'è la famiglia dietro il successo dei miei prodotti» Valeria Braghieri • Grida al «miracolo a Legnago». E c'è da capirlo, se si pensa che il filo conduttore tra i grandi della Terra, il collante «ideologico» dei Paesi riuniti attorno a un tavolo per il G20, è stato lui: Giancarlo Aneri. O meglio, ciò che produce. Vino Amarone, olio e caffè in confezioni personalizzate sono state recapitate ai presidenti e capi di stato di mezzo mondo. E avevano tutti la sua firma. «Siamo una piccola azienda artigianale. Devo dire che la cosa mi esalta.

Fonte: Giornale Stile.

La valle del vino naturale.
Esplorando i vigneti della val Trebbia si scoprono la storia dei luoghi e la vita degli abitanti Ac lice Feiring, giornalista newyorchese e grande esperta di vino naturale, raccomanda ai suoi lettori di on limitarsi a bere vino in città, ma di andare per vigne. "Indossate scarpe e abiti adatti, prendete appuntamento e preparatevi a un luogo super essenziale, non certo a una grande sala di degustazione". Seguiamo quindi il consiglio di Feiring, che peraltro non nasconde il suo amore per i vini naturali emiliani, e partiamo. Destinazione: val Trebbia, in provincia di Piacenza.

Fonte: L'Essenziale.

Romanée-Conti, balzo delle junior.
Le sedici annate che vanno dal 2001 al 2017 si sono apprezzate in media del 17% Romanée-Conti, balzo delle junior di Cesare Pillon Le bottiglie prese in esame questa settimana sono ancora di Romanée-Conti, il più prestigioso dei Borgogna, ma questa volta sono delle annate junior, quelle del nuovo secolo che vanno dal 2001 a12017. La prima cosa che si nota è che, nonostante i partecipanti alle aste siano cresciuti di numero nel tormentato periodo della pandemia da Covid 19 e abbiano modificato taluni loro orientamenti, non hanno smesso di valutare in modo sensibilmente diverso le bottiglie dello stesso vino a seconda della loro età.

Fonte, Milano Finanza.

Uiv: allarme costi sui listini.
Secondo Unione Italiana Vini il boom dei costi produttivi e distributivi costringerà a un ritocco dei prezzi. II rischio è di vanificare la crescita. BOOM PER L'AMARONE STORICO. Famiglie Storiche dell'Amarone: il 2021 si chiude a +17% sul 2019. Le 13 cantine associate hanno venduto 2,3 milioni di bottiglie a un prezzo medio di 35 euro, il 67% all'estero.

Fonte: Sole 24 Ore Food 24.

Torna Abruzzo wine. La festa del vino con 100 produttori.
Giunge alla quindicesima edizione il Pescara Abruzzo wine - Premio vino e cultura. Da domani all'8 dicembre l'Aurum ospiterà, dalle 17 alle 21, oltre cento produttori per una quattro giorni dedicata ai vini d'Abruzzo, promossa dall'Accademia internazionale enogastronomi e sommelier. «Anche quest'anno i banchi d'assaggio saranno organizzati per vitigni e non per cantine», ha spiegato ieri Nino Catara, delegato Aies Abruzzo e Molise, insieme all'enologo Mario Fossemò, all'assessore alla cultura Martarita Paoni Saccone e al consigliere regionale Guerino Testa.

Fonte: Centro Pescara.

Il vino a Natale si vede ma i prezzi lievitano!
In Irpinia rispetto il resto d'Italia i prezzi dei vini restano abbastanza stabili. Ma ancora per quanto? Si vero il settore va forte, ma i costi dell'energia elettrica e delle materie prime sono alle stelle e impediscono di sorridere. I prezzi delle bottiglie quindi lievitano e lieviteranno ancora. II vino piace, sempre di più ma i mercati insegnano che non basta vendere: ciò che conta è che i guadagni siano soddisfacenti.

Fonte: Quotidiano del Sud Irpinia.

Vino e panettone si fondono.
Produttori del vino Famoso come Cantina Bartolini e Tenuta Casali si incontrano con due forni storici come il Forno Bertozzi 1955 e La Bottega del Pane di Balzani e Mercato Saraceno si inventa il Panettone artigianale al Famoso. Il vino autoctono del Comune di Mercato Saraceno, le cui origini territoriali sono state riconosciute da studi sul Dna del vitigno si incontra con gli impasti e le ricette dei maestri fornai per fornire nuovi profumi e fragranze. «In questi ultimi anni - raccontano i titolari delle due cantine.

Fonte: Corriere Romagna Forli'-Cesena.

Il Sangiovese doc Galassi si aggiudica il premio per la migliore campagna stampa.
'Migliore campagna stampa consumer'. Questo il riconoscimento ricevuto dall'azienda Due Tigli di Forlì (nella foto, l'ad Paolo Galassi) per la campagna di comunicazione messa in campo sul Sangiovese Appassimento Romagna Doc Galassi. Contesto dell'evento VinieConsumi Awards 2021 i premi d'eccellenza organizzati da Tespi Mediagroup e assegnati a Verona dagli operatori del mondo retail alle cantine da tutta Italia che si sono distinte nell'ideazione e realizzazione di attività di marketing e comunicazione nel 2020.

Fonte, Resto del Carlino Forlì.

Enoteca regionale, un Natale di Eventi.
In attesa delle festività natalizie, il dicembre targato Enoteca Regionale Emilia Romagna alla Rocca di Dozza viaggia sotto il segno delle degustazioni e dell'incontro coi vignaioli. Appuntamenti caratterizzati dagli assaggi gratuiti di vini e dalle chiacchiere in libertà con i produttori. Oggi, dalle 14.30 alle 18.30, protagonista la Cantina Tozzi di Casola Valsenio. A seguire, I'11 spazio all'Azienda Assirelli di Dozza ed il 18 alla Torre Fornello di Ziano Piacentino. Per I'8 dicembre, invece, via libera all'approfondimento incentrato sui vini e gli oli del Palazzo di Varignana.

Fonte: Resto del Carlino Imola.

La Guida dei sommelier premia i nostri rossi «Eccellenze lombarde».
MILANO torna la Guida Viniplus, la guida alle eccellenze vitivinicole lombarde di Ais Lombardia che è stata presentata Milano al Westin Palace. Tanta Valtellina tra le pagine della 16aedizione, in una panoramica che fotografalo stato di 267 aziende e 902 vini lombardi, un lavoro condotto con cura e precisione per rappresentare la produzione vinicola della Lombardia nella sua interezza, grazie all'attenta analisi condotta da 132 esperti sommelier.

Fonte: La Provincia Settimanale di Sondrio.

Vino e cetacei... che accoppiata!.
Degustare un buon bicchiere ammirando il mare e i delfini liberi: anche Quest'anno la cantina San Giorgio del gruppo Tinazzi con sede a Faggiano sostiene con i propri vini i catamarani della Ionian Dolphin Conservation rosegue per il secondo anno consecutivo la partnership tra San Giorgio, cantina pugliese del gruppo Tinazzi, e Jonian Dolphin Conservation, organizzazione per la salvaguardia dei cetacei nel Golfo di Taranto.

Fonte: Lo Jonio.

Puntata vincente su Nero.
Mentre il vino è ormai in lavorazione in cantina dopo il faticoso periodo della vendemmia, l'autunno rimane un periodo caldo per le aziende perché arrivano i riconoscimenti delle guide enoiche riguardanti le annate in corso o di prossima uscita. Sicuramente premi e punteggi non sono essenziali per definire buono un vino, ma le valutazioni degli esperti di settore vengono in aiuto ai consumatori per districarsi in questo mondo così va Puntata vincente su Nero sto.

Fonte: Salento in tasca.

Un blend riuscito che adesso può invecchiare bene.
La degustazione verticale di Lama del Tenente, tenutasi in Salento a Depressa J presso la cantina di Castel di Salve, è stata un'occasione di riflessione su alcuni aspetti dei nostri vitigni e sulle esperienze che in questi anni sono state fatte sia in vigna che in cantina. Del Lama del Tenente (in degustazione il 2018, 2015, 2012, 2008, 2003 e 1999) annata per annata, Andrea Boaretti, enologo dell'azienda, ha raccontato specificità, punti di forza e criticità con un racconto franco, chiaro e vivaddio non celebrativo.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno Puglia.

Vitivinicoltura, segnali positivi.
Progetti di ricerca e netto anticipo sui pagamenti ai fornitori. Si distingue così la cooperativa sociale di Torricella guidata dal presidente Ludovico Turco. «Ottimo risultato gestionale dell'amministrazione della cooperativa». A parlare è Carlo Martello, Segretario Generale di Confcooperative Taranto che spiega: «In questi giorni, la cooperativa ha avviato, con circa cinque mesi di anticipo rispetto ai tempi usuali, il pagamento del saldo dovuto ai circa cinquecento soci conferitori delle uve da vinificare che così, non solo hanno ottenuto con grande anticipo il loro denaro, ma hanno anche visto incrementare in modo soddisfacente il prezzo delle uve rispetto al 'anno precedente.

Fonte: L'Edicola del Sud Taranto.

Allarme per il Primitivo in arrivo aumenti record.
Saliranno i costi per le bottiglie con riflessi pesanti sugli acquirenti Filograno: «Sfida da affrontare». Già a partire dal prossimo anno, i prezzi del vino imbottigliato saliranno alle stelle. A pagare più di tutti questa congiuntura per niente positiva, sarà il Primitivo di Manduria doc. L'analisi di mercato raccolta e lanciata dall'Unione Italiana Vini, l'associazione di categoria che raggruppa più di 150mila viticoltori e controlla il 50% del fatturato italiano di vino e 1'85% dell'export, viene ripresa e confermata dal neo presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria doc e docg, Francesco Filograno.

Fonte: Nuovo Quotidiano di Puglia edizione di Taranto.

Un viaggio alla scoperta del Cappello di Prete.
Venerdì 3 dicembre dalle ore 19,30 il Grand Hotel Tiziano di Lecce, ospita un altro irripetibile evento degustativo dedicato all' universo enoico. Nel corso della serata verranno degustate alcune annate storiche -ed oramai introvabili- di uno dei vini più iconici del territorio salentino, il Cappello di Prete dell'azienda Candido di Sandonaci.

Fonte: Salento in tasca.

Quarantasette anni di negroamaro in bottiglia.
II Cappelo di Prete nasce da un'idea di Alessandro Candido e Severino Garofano che, entrambi, hanno mutato in sostanza piacevolmente fruibile. E' trascorso quasi mezzo secolo ma un portamento fiero del suo cammino: un'uva da taglio che diventa nobilissimo vino e di grande personalità. Erano gli inizi degli anni '70 del secolo breve, quando i fratelli Candido, Alessandro e Giacomo, già storici imbottigliatori di rosato di negroamaro, vollero mettere sottovetro anche una vinificazione rossa di quel vitigno.

Fonte: Salento in tasca.

Ottima annata per Garofano Vigneti e Cantine.
E' stato un anno di grandi soddisfazioni per Garofano Vigneti e Cantine e per i suoi vini. I riconoscimenti ottenuti dalle principali guide sono la prova che l'Azienda di Copertino continua a essere punto di riferimento nella produzione di vini da uve di Negroamaro, vitigno autoctono che è da sempre al centro dei progetti enologici della Cantina salentina. La Guida Veronelli ha premiato Girofle 2020 come miglior rosato; WowThe Italian Wine Competition di Civiltà del Bere ha conferito la medaglia d'oro a Girofle 2020; la Guida Slow Wine ha confermato la chiocciola alla Cantina; Vini Buoni d'Italia, nella sezione dedicata ai vini da vitigni autoctoni ha assegnato 4 stelle e la corona a Girofle 2020, 4 stelle a Le Braci 2014, 3 stelle a Eloquenzia 2017; la Guida Bibenda 2022 ha riconosciuto i Cinque Grappoli a Le Braci 2014; la Guida Vitae ha insignito Le Braci 2014 delle Quattro Viti; l'annata 2020 del Girofle è entrata nella classifica 50 Top Italy Rosé, nella categoria "vini fermi"; la stessa annata è stata inserita tra i 100 vini selezionati dal magazine La Cucina Italiana.

Fonte: Salento in tasca.

Cantine aperte e degustazioni.
Incontri con i produttori e alla Strada del vino di via Ricasoli Cantine aperte e degustazioni Cantine aperte a Natale e degustazioni con la Strada del vino. Da oggi al 12 dicembre appuntamenti nelle cantine del Movimento turismo del vino Toscana per scegliere i vini da abbinare ai menu del periodo natalizio grazie ai suggerimenti dei produttori. Ad Arezzo partecipano le aziende I Vicini a Case Sparse Pietraia di Cortona il 10, 11 e 12 dicembre dalle 10 alle 12,30 con un tour storico, agronomico e culturale nei vigneti e in cantina con degustazioni, costo di 15 euro.

Fonte: Nazione Arezzo.

Brunello è sold out bene Chianti e Gallo Nero - Brunello sold out boom di vendite di Gallo Nero e Chianti Vino, è sbornia di affari.
Il fenomeno Brunello sold out boom di vendite di Gallo Nero e Chianti Vino, è sbornia di affari A Montalcino finite inite le annate 2015 e 2016 Il mercato cresce a doppia cifra. Salgono i prezzi degli sfusi "Se non abbiamo bottiglie, i rivali ci rubano quote: le vendite ne12022 vanno anticipate" Brunello di Montalcino sold out, con le cantine letteralmente svuotate in pochi mesi di venti milioni di bottiglie delle annate eccellenti 2015 e 2016, le ultime in ordine di tempo che è possibile commercializzare (alla denominazione senese è imposto un invecchiamento di cinque anni). Vendite record anche del Chianti Classico, che al 30 novembre chiude i primi undici mesi del 2021 a +20% rispetto allo stesso periodo del 2020 ma addirittura a +10% rispetto al brillante di Maurizio Bologni 2019 pre pandemia: una scommessa, impresa improba, trovare nelle cantine bottiglie delle quotate Gran Selezione e Riserva 2018.

Fonte: Repubblica Firenze.

Super Tuscans un comitato per tutelarli.
Supertuscan in etichetta? Può darsi. È nato il Comitato Historical Super Tuscans (CHST) che riunisce sotto la "non-denominazione" toscana per eccellenza alcuni tra i più grandi vini del territorio del Chianti Classico. Sono sedici i protagonisti che, dopo quattro anni di lavori di preparazione, hanno lanciato il Comitato, che ha l'intento di proteggere e valorizzare l'identità e la storia di questi vini nati dall'intraprendenza dei viticoltori che li hanno ideati, rinunciando al valore della Denominazione di origine controllata.

Fonte: Repubblica Firenze.

"VinsanTiamo" all'azienda Marini si celebra il rito della degustazione.
Un viaggio sensoriale attraverso le sfumature di gusto, colore e profumo che da generazioni fanno della famiglia Marini, una vera artista del vin santo. Sarà questo il cuore di "VinsanTiamo", degustazione dedicata al fiore all'occhiello della produzione dell'azienda di via Sestini, in occasione, oggi e domani, di "Cantine aperte a Natale". Da anni l'azienda all'imbocco della Montalese, dalla cui vinsantaia si gode una cartolina unica delle campagne in cui una volta il vin santo non mancava mai nelle cucine dei contadini, aderisce alle iniziative del Movimento turismo del vino.

Fonte: Tirreno Pistoia-Montecatini-Empoli-Prato.

Consorzio della Doc e Strada del vino uniti.
Lunedì importante meeting sui vini e i cambiamenti del clima Consorzio della Doc e Strada del vino uniti •• Per la prima volta, il Consorzio di tutela dell'Arcole Doc e la Strada del vino Arcole Doc si ritrovano ad Arcole, la patria della denominazione, lunedì 6 dicembre, alle ore 18, in occasione della quarta edizione di «Arcolé» che si svolgerà nel centro culturale Giovanni d'Arcole, in piazza Europa. All'inizio dell'adunanza ci saranno i saluti ai convenuti del sindaco di Arcole, Alessandro Ceretta, e del presidente del Consorzio di tutela dell'Arcole Doc, Stefano Faedo. Il tema del meeting sarà «I vitigni della Doc Arcole e i cambiamenti climatici», argomento d'attualità stringente che verrà trattato da Michele Marani di Codive - Condifesa Verona il quale spiegherà le assicurazioni e i fondi mutualistici, strumenti indispensabili nella gestione del rischio, e Gioele Chiari di Acqua Campus - Canale Emiliano Romagnolo, che illustrerà l'irrigazione a sostegno della moderna viticoltura.

Fonte: Arena.

Il Docg approda anche su Spotify.
Verso le festività con l'euforia che arriva dalla confezione di 100 milioni di bottiglie. Ma soprattutto dalla qualità data dalla sostenibilità, per cui le bollitine del Prosecco Superiore sono sempre più apprezzate nel mondo. Natale, dunque, "on air", in radio e in tv, per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg. Da domenica 5 la campagna "Tratto da una storia vera, unica al mondo". «Il nostro prodotto sta vivendo un momento di grande euforia - afferma la presidente Elvira Bortolomiol. Le numerose sfide che i nostri produttori hanno affrontato negli ultimi due anni, hanno dato prova della tenacia e caparbietà della nostra comunità.

Fonte: Tribuna Treviso.

San Cipirello, irraggiungibile la cantina Centopassi: Sos della cooperativa Rizzotto.
«La cantina Centopassi, gestita dalla Placido Rizzotto-Libera Terra, non è più accessibile a causa dell’impercorribilità della strada di accesso, l’Ex Consortile 33 di contrada Raitano, e questo mette a rischio la sua continuità aziendale». Lo afferma una nota dell’azienda.

Fonte: Palermo.

Presentata la guida “Cantine d’Italia 2022”, due ‘impronte’ per Cantine Lvnae.
È uscita la nuova edizione 2022 di Cantine d’Italia, la Guida per l’Enoturista a cura di Go Wine. L’evento di presentazione e premiazione si è tenuto giovedì 2 dicembre a Milano presso l’Hotel Melià. Cantine d’Italia 2022 si presenta con una copertina flessibile rinnovata, 820 cantine selezionate, 245 “Impronte d’eccellenza” per l’Enoturismo, oltre 4.400 vini segnalati, circa 1.500 indirizzi utili per mangiare e dormire.

Fonte: Città della Spezia.

In Trentino una cantina naturale, “mele conservate nel cuore della montagna”.
Per le mele e per l'ambiente, rispetto ad un magazzino tradizionale, sono numerosissimi i vantaggi ottenuti a 300 metri di profondità. Il tempo delle mele è arrivato: a ottobre si è conclusa la raccolta, iniziata dalle più precoci - le Sweetango, che sanno ancora di estate - per arrivare a quelle più tardive, come la Fuji, la più dolce. Ora è tempo di maturare (non c’è un vero e proprio processo di affinamento in cella, come col vino.

Fonte: la Repubblica.

Mercato agricolo alla Cantina Val San Martino, appuntamento sabato 4 dicembre.
Sabato 4 dicembre, dalle 8.30 alle 12.30, si terrà il consueto “Mercatino dell’agricoltore in Cantina” appuntamento mensile alla Cantina Val San Martino, in via Bergamo 1195 a Pontida organizzato da Cantina Val San Martino con patrocinio della Pro loco Pontida e della Città di Pontida.

Fonte: La Voce delle Valli.

L’Oltrepò Pavese guarda alla Borgogna per disegnare il futuro del Pinot Nero.
Tra vinificazione in rosso e metodo classico, le “Conversazioni sul Pinot Nero”, incontro tra produttori, Armando Castagno e Filippo Bartolotta. Non è un caso che l’Oltrepò Pavese sia la terza area produttiva del Pinot Nero al mondo, dietro solamente a Borgogna e Champagne. Qui, a qualche decina di chilometri da Milano, sulle sponde del fiume che divide simbolicamente l’Italia, il Pinot Nero ha trovato, sin dal XIX secolo, un territorio particolarmente vocato, senza però riuscire ad imporsi davvero sul mercato internazionale dei consumi.

Fonte: WineNews.

Unione italiana vini: costi troppo alti, costretti a rivedere i listini.
L’associazione calcola un costo da 1 miliardo: c’è il rischio di vanificare la grande crescita delle vendite di vino in Italia e all’estero. Il boom dei costi produttivi e distributivi rischia di vanificare la grande crescita delle vendite di vino in Italia e all’estero. È l'allarme lanciato dall'Unione italiana vini a proposito dell'attuale fase di mercato di uno dei prodotti simbolo della ripartenza e della riapertura di bar e ristoranti con vendite in doppia cifra sia in Italia che in Europa ma che sta scontando l'incremento dei costi – anche questi in doppia cifra – delle materie prime, dal vetro alle etichette, dai cartoni alle chiusure delle bottiglie fino ad energia e trasposti con le tariffe dei container cresciute in pochi mesi del 400 per cento.

Fonte: Il Sole 24 Ore.

Pinot Nero sempre più star nell'Oltrepo' pavese.
23 aziende fanno squadra per valorizzare territorio lombardo. Una delegazione di 23 aziende di punta dell'Oltrepò fa squadra per valorizzare e far conoscere il territorio e i propri vini A Milano giornalisti e produttori si sono confrontati sul Pinot Nero che, nelle colline a Sud del Po, trova espressioni sempre più apprezzate.

Fonte: ANSA.

Regali di Natale 2021: 15 bottiglie di vino per intenditori.
Una selezione di proposte della migliore tradizione regionale, dalla Valpolicella al Chianti (più un Vermouth): ecco i migliori vini per i regali di Natale, per tutti i gusti e tutte le tasche.

Fonte: Style Magazine - Corriere della Sera.

Vino, quello italiano in media costa 1/3 in meno di quello francese.
Il vino italiano viene venduto, in media, con un prezzo inferiore del 29% rispetto a quello prodotto in Francia, e questo nonostante l’innegabile miglioramento qualitativo e la crescita esplosiva delle esportazioni: a sottolineare il tutto ci ha pensato un’analisi condotta da Coldiretti/Censis, che evidenzia come il vino Made in Italy sia rimasto più penalizzato dalla crescita dei costi di produzione.

Fonte: Dissapore.

Cesanese racconta Roma con Arte da bere - Le dimore del vino.
Tra enti coinvolti università La Sapienza, cultura crea economia. Raccontare la storia della terra del territorio attorno alla città di Roma e proporre esperienze attorno al vino, in particolare il Cesanese, vitigno autoctono rappresentativo del Lazio con etichette-cult del grande rosso.

Fonte: ANSA.

Vino, Regno Unito: distributori e importatori chiedono aiuto al governo per la carenza di autisti.
Continuano i problemi del Regno Unito collegati alla Brexit e alla mancanza di manodopera. Questa volta è il settore del vino ad essere nei guai, tanto che distributori e importatori hanno chiesto aiuto al governo per fare qualcosa in merito alla carenza di autisti.

Fonte: Dissapore.

Niente pesticidi, meno CO2: la riscossa dei vini resistenti a funghi e parassiti.
In Trentino Alto Adige la prima rassegna nazionale dedicata ai vitigni che permettono di evitare l'uso di pesticidi e riducono le emissioni di CO2 legate all'impiego di fitosanitari. Diciotto i vini "Piwi" premiati, sul podio il Solaris 2020. Li chiamano i vitigni "eroi" da cui nascono i vini resistenti.

Fonte: la Repubblica.

Vino, volano le vendite ma anche le spese. Così i listini crescono fino al 50%.
Il mercato italiano va forte, ma i costi dell'energia elettrica e delle materie prime sono alle stelle e impediscono di sorridere. I prezzi delle bottiglie quindi lievitano: +30% per il Prosecco. Il vino piace, sempre di più ma i mercati insegnano che non basta vendere: ciò che conta è che i guadagni siano soddisfacenti. Per i meno avvezzi all’economia, riprendiamo una cara e vecchia formula elementare dove il guadagno è l’effettiva somma che resta nelle tasche di un soggetto e che si ottiene togliendo dai ricavi, le spese da sostenere per ottenerli.

Fonte: Italia a Tavola.

Grazie per l’ascolto, vi ricordiamo che le news di oggi, sono state offerte da Fare Cantina, impianti completi di confezionamento e imbottigliamento del vino.

A risentirci a domani.

Leave a comment

News Vitivinicole Wine Idea giovedì 25 novembre 2021!

Buongiorno,
Wine Idea presenta le news di giovedì 25 novembre 2021!

Vino, crescono i ricavi Cavit.
Appelli di gusto Venghino signori venghino! Si svende tutto, anche l'immagine costruita in anni di lavoro. E bastato fermarsi in una stazione di servizio autostradale, mentre si era in viaggio per Montalcino, tra le colline toscane, per scoprire un'ondata di offerte da restare basiti: il Barolo 2016 costa appena 9,99 euro mentre l'Amarone 2016 è a 15,99 e il Brunello di Montalcino, stessa ottima annata, a 15,99 euro.

Fonte: Sole 24 Ore.

Federvini. Settore in ripresa export a rischio.
II fatturato consolidato del gruppo vinicolo Cavit è cresciuto del 29% passando dai 209,7 milioni di euro dello scorso esercizio ai 271 milioni di euro nel 2021.11 Gruppo è oggi composto dal Consorzio Cavit a cui fanno capo Cesarini Sforza, Casa Girelli e Glv (80%), e la società tedesca Kessler Sekt (50,1%). +29%.

Fonte: Tempo.

Noelia Ricci - Noelia Ricci e la sua casa alla Tenuta Pandolfa Il nuovo Sangiovese.
LA CANTINA Noelia Ricci e la sua casa alla Tenuta Pandolfa Il nuovo Sangiovese Marco Cirese fa la spola fra Roma e la Romagna e sulle colline di Predappio ha reinventato i marchi dell'azienda di famiglia con una nuova prospettiva per il "rosso" di queste terre. "Tenuta Pandolfa, casa di Noelia Ricci". La storia torna a sintesi.

Fonte, Corriere Romagna Cibo.

La scelta di Gardini - Etna e Val di Noto Le sfide siciliane di Moretti Cuseri.
Etna e Val di Noto Le sfide siciliane di Moretti Cuseri Un viaggio iniziato nel 2000 con l'acquisto dei primi terreni Oltre 200 ettari, di cui 60 vitati, tra Nero d'Avola e Grillo. Si torna a parlare dell'imprenditore sognatore Antonio Moretti Cuseri.

Fonte: Corriere Romagna Cibo.

Vignaioli indipendenti: appuntamento a Piacenza.
Dal 27 al 29 sono 680 i produttori che si danno appuntamento in fiera per la decima edizione del Mercato Fivi, degustazioni e masterclass. Dal27 al 29 novembre a Piacenza Expo saranno 680 i vignaioli indipendenti della Fivi in fiera. Al centro della riflessione i temi del progetto FM4Future: sostenibilità, biodiversità e ricerca. La decima edizione del Mercato dei vignaioli indipendenti sarà un momento per festeggiare, ripartire e pensare al futuro, dopo lo stop forzato dei 2020, focalizzando l'attenzione su pratiche sempre più sostenibili in vigna, per tutelare il territorio e preservare l'ecosistema.

Fonte: Corriere Romagna Cibo.

Vino d'autunno sbarazzino e vinoso, morbido e ruffiano.
Zaccagnini Novello Ikebana 2021 il vino l'autunno sbarazzino e vinoso, morbido e ruffiano In Italia si chiama Novello, in Francia Beaujolais e oggi mentre nel Bel Paese Italico ha perso il suo charme, in Francia viene ancora celebrato il giorno dell'immissione in commercio con festeggiamenti della durata di quattro giorni e con cantine sempre aperte.

Fonte: Gazzetta di Parma Gusto.

La Malvasia di Parma.
Antonella Pizzi e Roberto Baruffini tratteggiano la storia del vitigno tipico della nostra terra tra «Passato, presente e futuro» i fa presto a dire Malvasia. Ma la storia enoica (e non solo) della nostra provincia passa proprio attraverso la Malvasia di Candia, si dice unico vero vitigno autoctono della nostra provincia. Dal quale nasce l'omonimo vinco, una volta si usava dire «bianco frizzante». Oggi meglio dire semplicemente Malvasia.

Fonte: Gazzetta di Parma Gusto.

Voerzio racconta il suo vino agli appassionati di Borgotaro.
Una serata tra degustazioni e racconti Voerzio racconta il suo vino agli appassionati di Borgotaro I1 winebar «Dietro le Mura» a Borgotaro ha ospitato nei giorni scorsi una pregevole degustazione di vini tenuta dal noto viticultore e produttore Roberto Voerzio, che ha condotto gli ospiti della serata in un viaggio fra le uve, le tipicità e i sapori del Piemonte. Proprietario dell'omonima cantina, sin dal 1986 Voerzio ha dato avvio a una produzione di assoluta eccellenza nel cuore delle Langhe.

Fonte, Gazzetta di Parma Gusto.

L'eccellenza dei vini ad alta quota Medaglia d'oro al bianco Solarfis.
La Carnia ha il suo vino di eccellenza. I15 novembre 2021, il PriMo 2020, un vino bianco prodotto di uve Solaris 100% made in Forni di Sotto, ha vinto la medaglia d'oro al Piwi wine aword 2021. Il riconoscimento arriva dal più importante concorso enologico sulle varietà resistenti al mondo. In una degustazione alla cieca, il PriMo si è confrontato con le cantine non solo del Friuli e dall'Italia, ma di tutta l'Europa, vincendo la medaglia d'oro.

Fonte: Messaggero Veneto Udine.

Vola il business dei prodotti liguri Dop e Igp, il giro d'affari supera i 35 milioni l'anno.
Sono una cinquantina le imprese che lavorano le eccellenze del territorio, fra queste i pregiati vini liguri Dalle acciughe sotto sale ai vini del Ponente: il settore delle eccellenze in costante ascesa secondo l'Osservatorio Ismea-Qualivita Vola il business dei prodotti liguri Dop e Igp il giro d'affari supera i 35 milioni l'anno.

Fonte: Stampa Savona.

Nel Savonese la scommessa di ventidue aziende vinicole.
Non solo cibo: a Savona, anche la produzione vitivinicola ha il suo peso. Sono 22 i vinificatori del Colline Savonesi Igp, che comprende le tipologie bianco, rosso, rosato, passito e novello e vale un fatturato di 0,06 milioni di euro. Ma nel territorio savonese vengono prodotte anche quattro delle sei sottodenominazioni del Riviera Ligure di Ponente Dop, che comprende 78 vinificatori e vale 3,49 milioni di fatturato.

Fonte: Stampa Savona.

Retrò Wine Festival Riflettori sulla qualità.
Terracina, Sabato e domenica negli spazi di San Domenico Protagoniste realtà vinicole dal sud, dal centro e dal nord Italia. Si torna a parlare di vino. Anzi a degustarlo, a renderlo protagonista promuovendo la qualità e quelle realtà che hanno a cuore il prodotto e i destinatari. Sabato e domenica sarà ancora una volta Terracina ad accendere i riflettori. L'occasione è data dal Retrò Wine Festival, ospitato nello scenario suggestivo dell'antica chiesa di San Domenico.

Fonte: Latina Oggi.

Intesa: un patto per aiutare l'export vitivinicolo.
Supporto all'internazionalizzazione e allo sviluppo dell'export e definizione di un tavolo di lavoro per studiare e analizzare la filiera lombarda del vino. Questi i primi passi del protocollo tra Ascovilo (Associazione dei consorzi vitivinicoli lombardi) e Intesa San Paolo firmato durante il Vinitaly e divenuto operativo. La filosofia alla base dell'accordo è: la crescita sostenibile va stimolata a finanziata.

Fonte: Gazzetta di Mantova.

Nel 2026 i Mondiali dei "vini eroici".
Nettari di Valtellina coltivati su forti pendenze e terrazzamenti «Ci poniamo l'obiettivo di organizzare in Valtellina nel 2026 i Mondiali dei vini eroici». Lo annuncia Fabio Rolfi, assessore regionale all'Agricoltura. In vista delle Olimpiadi invernali Regione Lombardia, Ersaf e Cervim portano avanti una collaborazione per valorizzare la qualità dei vini montani e promuovere la viticoltura eroica (forti pendenze e terrazzamenti) che caratterizza, in particolare, il territorio che ospiterà parte delle gare sportive.

Fonte: Giorno Alta Lombardia.

Un itinerario tra le nostre tradizioni e bellezze.
Contribuiti regionali al percorso Sondrio-Castione Un itinerario tra le nostre tradizioni e bellezze Dal Pirellone 67.200 euro per illuminare e promuovere il tragitto destinato a residenti e turist. L'assessore Francesca Canovi Sondrio e Castione imbastiscono un percorso Di-Vino. Natura ed enogastronomia, storia e religione: nel progetto "Percorso Di-Vino" ci sono le tradizioni e le bellezze del territorio a comporre un itinerario che si snoda lungo il versante retico in una rete organizzata di percorsi.

Fonte: Giorno Alta Lombardia.

Cantina Canneto, indagati anche 28 conferitori di uve - Cantina di Canneto, indagati 28 produttori.
Non solo gli ex vertici della cantina di Canneto: per la procura la frode del vino sarebbe stata possibile solo con la complicità di altri conferitori di uve e vignaioli del territorio. Nelle carte dell'inchiesta, notificate all'ex presidente e ad altre due persone, destinatarie di un sequestro preventivo da 740mi1a euro, ci sono 28 nomi di titolari di aziende agricole, che risultano indagati per l'accusa di frode in commercio.

Fonte: Provincia - Pavese.

I cambiamenti climatici costringono a ripensare dove sistemare i vigneti.
II convegno all'Enoteca regionale di Broni I cambiamenti climatici costringono a ripensare dove sistemare i vigneti fronte del cambiamento climatico è ora di ripensare alla zonizzazione delle aree vocate per i diversi vigneti». Lo ha detto Alberto Vercesi, docente dell'università Cattolica, al convegno sulle soluzioni in viticoltura contro la siccità, organizzato dalla Coprovi di Casteggio ieri all'Enoteca regionale di Broni.

Fonte: Provincia - Pavese.

Consorzi vitivinicoli Accordo con Intesa.
Banche e aziende Siglato un accordo per il supporto ai processi di internazionalizzazione edi sviluppo dell'export Siglato durante il Vinitaly il protocollo tra Intesa Sanpaolo e Ascovilo, Associazione dei consorzi vitivinicoli lombardi, al quale partecipa il Consorzio vini Igt Terre Lariane. Un primo passo per il sostegno delle aziende attraverso il supporto all'internazionalizzazione e allo sviluppo dell'export partendo dal dato relativo ai primi sei mesi del 2021: l'export di vino italiano ha superato i 3,3 miliardi, in crescita del 15,6% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Fonte: Provincia Como.

Cavalier Vincenzo bolle sorprendenti.
Tenuta Piano di Rustano tra Verdicchio e Malvasia Oltre un secolo di storia. La famiglia Lebboroni era già proprietaria alla fine de11800 di un podere in Cignanello, località nel Comune di Camerino: i fratelli Domenico e Sesto lavorarono duro e iniziarono subito ad allargarsi. Ci sarebbe tanto da raccontare, una storia avvincente che ci proietta alla nostra attualità e a Francesco Lebboroni che ora siede sul ponte di comando («una grande passione perla terra fa mettere il cuore nel nostro lavoro»).

Fonte: Corriere Adriatico Ancona.

Ampelio Bucci vignaiolo dell'anno.
Il premio sarà consegnato domenica a Piacenza Expo PER "THE BEST WINES OF 2021" IL VERDICCHIO CLASSICO BOCCI È IL MIGLIOR BIANCO AL MONDO Ampelio Bucci è il Vignaiolo dell'anno per la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti. Riceverà il premio intitolato a Leonildo Pieropan domenica, 28 novembre, nel corso del Mercato dei Vini a Piacenza Expo. Il suo Verdicchio Riserva Docg Classico ha estimatori in tutto il mondo: questo vino rappresenta il rinascimento del Verdicchio marchigiano. E per questo ha fatto scuola.

Fonte: Corriere Adriatico Ancona.

Benvenuto Brunello. Arriva Wine Lovers con venti sommelier.
Fino al 29 novembre sarà possibile degustare le migliori etichette Ecco come partecipare. Benvenuto Brunello apre le porte ai wine lover. Da oggi al 29 novembre gli enoappassionati potranno dare inizio ad un vero e proprio viaggio degustativo alla scoperta delle nuove annate (Brunello Riserva 2016, Brunello di Montalcino 2017, Rosso di Montalcino 2020, Moscadello e Sant'Antimo) scegliendo tra 119 cantine di Montalcino e oltre 250 diverse etichette con 20 sommelier Ais Toscana a disposizione, per un tasting che capita poche volte.

Fonte: Nazione Siena.

Nella terra dei vini nasce l'olio Igp Toscano Bolgheri.
Nasce nella terra dei grandi vini rossi della Doc Bolgheri e Doc Bolgheri Sassicaia l'olio Igp Toscano Bolgheri, la nuova indicazione territoriale che punta sul potere evocativo, sull'identità e sulla riconoscibilità per meglio veicolare e promuovere la qualità dell'olio extravergine d'oliva prodotto da circa 250 aziende situate nell'areale della Doc Bolgheri e Doc Bolgheri Sassicaia. L'iniziativa nasce con la collaborazione del Consorzio per la tutela dei vini doc Bolgheri e Bolgheri Sassicaia.

Fonte: Tirreno Livorno-Rosignano-Cecina.

Zaia promoter inaugura il wine shop.
Dopo i panni dello scrittore vestiti durante il tour di presentazione del suo libro «Ragioniamoci sopra», il governatore Luca Zaia torna a indossare quelli del pr/promoter e ieri sera è arrivato ad Molo a inaugurare un negozio. Non un esercizio qualunque, sia chiaro. Un negozio di vini nella terra della Docg asolana: l'Asolo Wine Shop nella piazza centrale del paese voluto da due imprenditori - Antonio Dal Bello ed Enrico Bedin - con l'intento di far conoscere le proprie bollicine e promuovere l'Asolo Docg recuperando la storia di uno stabile storico grazie all'operato del contractor Tecnoproject.

Fonte: Corriere del Veneto Treviso e Belluno.

Due vini veronesi nella top 100 dei migliori al mondo.
Un Amarone di Tedeschi e un Custoza Ca' del Magro nella classifica di Wine Spectator Enologia numero uno è un rosso della Napa Valley, un blend di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Petit Verdot. Wine Spectator, come da tradizione dal 1988, ha emesso il suo verdetto e stilato la classifica dei Top loo vini al mondo per il 2021. L'Italia in salotto porta 23 etichette, due delle quali veronesi, l'Amarone della Valpolicella Marne 180 annata 2017 uscito dalla cantina Tedeschi a Pedemonte e il Custoza Superiore Doc Ca' del Magro annata 2019 dell'azienda Monte del Frà di Sommacampagna, rispettivamente al 56mo e 59mo posto.

Fonte: Corriere di Verona.

«Uniamo cantine e paesaggio».
Gli architetti dietro il premio a Zymè «Uniamo cantine e paesaggio». La cantina Zymè di San Pietro in Cariano ha conquistato il premio Global Best Wine Tourism Award, con i complimenti del governatore Luca Zaia. Un premio che la cantina, completata nei 2014, ha ricevuto in virtù della relazione tra «Architettura e Paesaggio» e che segue quello vinto nel 2017 come «Eccellenza del Paesaggio», patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

Fonte: Corriere di Verona.

Bottega: «I giovani snobbano stipendi da 1.300 euro netti» - «Offro lavoro a 1300 euro: snobbato».
Bottega «I giovani snobbano stipendi da 1.300 euro netti» Vendemmiatori, ma anche magazzinieri, conduttori di muletti, addetti all'imbottigliamento, commerciali e altre figure di lavoratori sempre più difficili da trovare. Il nuovo allarme sulle crescenti difficoltà a reperire manodopera, soprattutto specializzata, anche in uno dei settori di punta dell'economia trevigiana come il vitivinicolo, arriva dalla Bottega spa di Bibano.

Fonte: Gazzettino Treviso.

Wine shop per l'Asolo Prosecco Due cantine unite in piazza.
Wine shop per l'Asolo Prosecco Due cantine unite in piazza Inaugurata ieri la sfida dei produttori Antonio Dal Bello ed Enrico Bedin Zala: «Grande occasione di promozione del territorio a vocazione turistica» Caner: «Th piacerebbe trovare il logo della regione Veneto sulle etichette». C'era il pubblico delle grandi occasioni ieri per l'inaugurazione del primo e unico negozio dedicato all'Asolo Prosecco Superiore docg.

Fonte: Tribuna Treviso.

Le cantine di vino più ricche d’Italia.
Passione, territorio, spesso tradizione di famiglia. Attività con numeri da capogiro. Essenziale la tecnologia. Il vino italiano produce gioia e anche ricchezza. Quali sono i segreti del successo  in Italia e nel mondo delle cantine storiche? Abbiamo scoperto la vera cultura contemporanea nel mondo del vino delle aziende vinicole che superano i 100 milioni di euro di fatturato.

Fonte: The Way Magazine.

Spazio Conad: sapori dal mondo, più di mille etichette in cantina e le nuovissime casse.
C'è l'aceto balsamico da grattugiare e quello alla birra, la tahina per fare l'hummus, ma anche la micro cantina a gestione familiare maceratese.

Fonte: Cronache Maceratesi.

Vino a tavola: quanto berne a 60 anni.
Il vino a tavola va bevuto con moderazione, soprattutto dai 60 anni in su: ecco quanto consumarne ogni giorno e i possibili effetti dell'abuso sulla salute. Il vino è molte cose. È tradizione, cultura, passione e gusto. Ma è anche socialità, perché per molte persone è difficile pensare a una cena tra amici senza questa bevanda, nonché un'abitudine.

Fonte: Il Giornale.

Torna il Torino Wine Week, 70 produttori da tutta Italia.
Con Notte delle bollicine, l'11 dicembre brindisi sotto la Mole. Il Torino Wine Week, il festival del vino del capoluogo piemontese torna, da sabato 11 a domenica 19 dicembre, con una speciale Winter Edition per brindare al Natale.

Fonte: ANSA.

Consorzio Chianti Classico, entro 1 luglio approvazione UGA.
Manetti, data attesa da ministero per nome borgo in etichetta. E' questo l'obiettivo temporale che il Presidente del Consorzio del Chianti Classico Giovanni Manetti, si pone per poter vedere definitivamente approvate, dal Ministero delle Politiche Agricole, le Unità Geografiche Aggiuntive (UGA), indicazioni territoriali che il Consorzio ha deciso di inserire quale ulteriore e più precisa identificazione delle aree di produzione del Gallo Nero.

Fonte: ANSA.

Be.Come, a Siena due giorni tra vino e creatività made in Italy.
Sabato e domenica oltre trenta aziende del mondo del vino toscano incontrano i protagonisti del made in Italy, tra moda, design e green economy. Due giorni dedicati al vino e al Made in Italy il 27 e 28 novembre a Siena, al complesso Museale di Santa Maria della Scala, in piazza Duomo. Il progetto è Be.Come creato da Allumeuse Communication in collaborazione con Confagricoltura Siena e Comune di Siena.

Fonte: Corriere Fiorentino - Corriere della Sera.

Vino Santo Trentino, antica storia e longevità infinita.
Quello prodotto in soli 9 Comuni della Valle dei Laghi, e con volumi modesti, si può definire il vino dell’attesa, dato che è ottenuto dopo uno degli appassimenti più lunghi conosciuti. Il Vino Santo Trentino, da non confondersi con il “Vin Santo” toscano, ha una storia antica e che ha contraddistinto la viticoltura della Valle dei Laghi, ovvero quella vallata che da Riva del Garda sale verso Madonna di Campiglio. Le fonti storiografiche narrano di un “vino dolce e liquoroso” che fu servito ai partecipanti al Concilio di Trento del 1545, ospiti del Castello di Toblino.

Fonte: La Gazzetta del Gusto.

Italia leader globale dell’export di vino.
Boom di vendite in Cina. Negli Usa cresce il triplo. dei concorrenti francesi. Trend di ripresa nelle vendite sui mercati nazionali e internazionali per il vino. L’Italia si conferma il primo Paese esportatore mondiale per volumi, seguita dalla Francia (prima per valore). È quanto emerge dall’Osservatorio di Federvini con con Nomisma e Trade Lab relativamente al periodo gennaio-settembre 2021.

Fonte: Quotidiano.net.

Grazie per l’ascolto, vi ricordiamo che le news di oggi, sono state offerte da Fare Cantina, impianti completi di confezionamento e imbottigliamento del vino.

A risentirci a domani.

Leave a comment
Style Selector
Select the layout
Choose the theme
Preset colors
No Preset
Select the pattern
EnglishItalian