WINE PACKAGING – RADDOPPIANO LE RICHIESTE DI IMBALLAGGIO GREEN

GRIFAL GROUP: RADDOPPIATO IL WINE PACKAGING IN CARTONE ONDULATO. IN "CANTINA" IL POLISTIROLO E IL FILM A BOLLE.

Un aumento del 100% nelle richieste di cartone ondulato per la spedizione dei vini nuova partnership con l'Associazione Strada del Vino Valcalepio e Sapori della Bergamasca.

WINE PACKAGING - RADDOPPIANO LE RICHIESTE DI IMBALLAGGIO GREEN

Il 2021 ha registrato un aumento del 100%, rispetto all'anno precedente, nella richiesta di imballaggi in cushionPaper™, il nuovo cartone ondulato di Grifal Group, per le spedizioni di vini, liquori e champagne. Archiviate definitivamente le cantinette in polistirolo e il film a bolle. Questo conferma i dati Agivi (l'Associazione giovani imprenditori vinicoli italiani under 40) secondo cui 6 produttori su 10 si stanno già orientando verso imballaggi sostenibili.

Un vantaggio anche per l'ambiente: l'impiego di una sola scatola di cushionPaper™ consente di evitare l'emissione in atmosfera di 20,52 Kg di CO2, pari all'anidride carbonica che assorbono 60 alberi.

cushionPaper™ consente inoltre un risparmio medio di tempo dell'80% nel confezionamento, rispetto al cartone tradizionale, con una diretta riduzione dei costi. Basti pensare che il green packaging arriverà a fatturare 154 miliardi di dollari entro il 2028 (fonte: Market Research).

Le richieste sono arrivate dai 37 rivenditori di cushionPaper™ che hanno raddoppiato gli ordini del materiale per avvolgere, separare e proteggere tutti i più diffusi formati di bottiglie di vino, sino a un'altezza di 33 cm.

"Considerando tutti gli imballaggi cushionPaperä, il 48% è stato dedicato solo a spedizioni di vini, distillati e champagne. L'attenzione delle case viti-vinicole per soluzioni ecosostenibili è crescente e va di pari passo con l'interesse dei consumatori finali verso la salvaguardia dell'ambiente in cui viviamo. La partnership con l'Associazione Strada del Vino Valcalepio e Sapori della Bergamasca conferma il trend" – afferma Fabio Gritti, Presidente e CEO di Grifal Group – "Complice il periodo natalizio ci aspettiamo un ulteriore incremento della distribuzione di questi prodotti e, di conseguenza, anche un risparmio di emissioni di CO2 in atmosfera."

Anche l'Associazione Strada del Vino Valcalepio e Sapori della Bergamasca, con le sue produzioni di Valcalepio DOC, Moscato di Scanzo DOCG e Colleoni DOC, ha siglato una partnership con Grifal Group con l'obiettivo di promuovere una sempre maggiore coscienza green a stretto contatto con le realtà del territorio, per soluzioni di qualità non solo nella produzione enogastronomica ma anche in termini di imballaggi rispettosi dell'ambiente.

In occasione della tradizionale conferenza di fine anno, l'Associazione organizza un evento presso il Grifal Group Innovation Hub, nella prestigiosa cornice del parco tecnologico Kilometro Rosso di Bergamo.

Alla conferenza con gli Enti e le Istituzioni del territorio, fra cui Regione Lombardia, Camera di Commercio di Bergamo e Provincia di Bergamo, seguirà l'inaugurazione della mostra 'La satira a tavola' - una selezione di tavole e vignette d'epoca che illustrano il connubio fra storia e cultura enogastronomica - curata dal Fondo Paolo Moretti. La mostra sarà visitabile fino al 17 dicembre 2021 presso l'edificio Pixel del Kilometro Rosso.

Il Gruppo Grifal, leader italiano nel settore del packaging, nasce nel 2021 con le acquisizioni da parte di Grifal SpA, azienda storica operante dal 1969, dei rami operativi di Tieng Srl e di Cornelli Brand Packaging Experience Srl.

La strategia del Gruppo Grifal prevede l'affermazione della tecnologia cArtù® e della linea di prodotti cushionPaper™ come nuovi standard del green packaging, attraverso la realizzazione di una rete internazionale di siti di produzione in partnership con aziende produttrici di imballaggi.

Il Gruppo è attivo anche nella progettazione e produzione di macchine per l'ondulazione e dispone di un Laboratorio interno di Test Certificato ISTA (International Safe Transit Association), dove vengono effettuate prove di resistenza e climatiche in base a standard internazionali, tra i quali quelli definiti da Amazon. Grifal SpA è stata la prima azienda in Italia a godere del prestigioso certificato Amazon Packaging Support and Supplier Network (APASS). Grifal SpA è inoltre PMI Innovativa, iscritta nell'apposita sezione speciale del Registro Imprese dedicata alle PMI con una forte componente innovativa, ed è quotata su Euronext Growth Milan.

 

Leave a comment

IMPARARE IL VINO DIVERTENDOSI 21 VOLTE

Video, quiz, incontri virtuali: l’assaggio passa anche per la gamification.

IMPARARE IL VINO DIVERTENDOSI 21 VOLTE

Il gioco è la forma di indagine più elevata. Una massima di Albert Einstein vera oggi più che mai. In un mondo sempre più frenetico, trovare momenti piacevoli e, al tempo stesso, istruttivi, non è facile. E quando si parla di vino, per molti un prodotto legato al tempo libero, poter unire conoscenza e divertimento è quasi un imperativo.

Dalla volontà di offrire un format nuovo che tenga conto di queste esigenze nasce #VINODENTRO, corso ideato da ONAV, che in 21 appuntamenti on line permette di ottenere la qualifica di Wine Connoisseur. Un modello divertente, a partire dal kit che si riceve con l’iscrizione: 20 campioni di vini scelti dai docenti ONAV, confezionati in piccoli formati, con colori dal giallo paglierino al rubino intenso fino al rosa buccia di cipolla, e contraddistinti da numeri, non da etichette. Si, perché cosa sia quel vino sarà scoperto solo alla fine, durante la degustazione in diretta con il proprio tutor, ovvero un docente che si “prenderà cura” di 50 partecipanti.

Ma in cosa consiste esattamente #VINODENTRO?

Per iscriversi basta un computer, una connessione internet e, soprattutto, la voglia di conoscere il vino. Si entrerà così in un mondo dove, attraverso video lezioni, personaggi del settore, enologi, agronomi e assaggiatori professionisti spiegheranno con linguaggio semplice e illustrazioni tutto quello che ognuno di noi vorrebbe sapere su questo straordinario prodotto. Tra i temi trattati, da dove viene e come è fatta la vite, quali sono i passaggi che trasformano l’uva in vino, come si assaggia. Una volta entrati in questo mondo, per passare alla puntata successiva ci si metterà alla prova con un divertente quiz.

Durante gli incontri in diretta con il tutor, invece, si assaggeranno i vini assieme e si scopriranno non solo tipologie nuove ma anche tutti i difetti che si possono trovare nel bicchiere.

Da sempre il gioco costituisce, e non solo per la specie umana, la principale modalità attraverso cui avviene l’apprendimento e la memorizzazione. Con #VINODENTRO questo arriva anche nel vino!

I DOCENTI

  • Federica Bonello
  • Gloria Gariboldi
  • Gianpiero Gerbi
  • Vincenzo Gerbi
  • Graziana Grassini
  • Daniela Guiducci
  • Francesco Iacono
  • Vito Intini
  • Filippo Paoletti
  • Aldo Venco
  • Agata Zani
Leave a comment

FELCO Main Sponsor di VINE MASTER PRUNERS ACADEMY by SIMONIT&SIRCH

Al via ufficiale la partnership internazionale tra VINE MASTER PRUNERS Academy by SIMONIT&SIRCH e FELCO, con l'obiettivo di promuovere la filosofia condivisa di migliorare la vita delle piante di vite.

FELCO Main Sponsor di VINE MASTER PRUNERS ACADEMY by SIMONIT&SIRCH

Grazie al Metodo di potatura della vite SIMONIT&SIRCH, viene infatti applicato il taglio più corretto per garantire una lunga vita alla vite, mentre FELCO, attraverso i suoi strumenti di potatura, garantisce che ogni taglio venga eseguito in modo pulito e preciso.

VINE MASTER PRUNERS Academy, la prima e unica piattaforma e-learning internazionale dedicata alla potatura della vite, fornisce alla Community dei potatori di tutto il mondo lo strumento digitale per apprendere il Metodo di potatura SIMONIT&SIRCH.

FELCO produce strumenti di potatura di altissima qualità che garantiscono tagli precisi necessari e consentono agli operatori di svolgere un lavoro di alta qualità.

Tale collaborazione includerà sia iniziative digitali che eventi di persona.

"Utilizziamo da anni le forbici da potatura FELCO. Sono ergonomiche, di ottima qualità e garantiscono due cose per noi fondamentali: il benessere dei potatori e il benessere delle viti con cui lavoriamo" spiega Marco Simonit, co-fondatore di SIMONIT&SIRCH.

"FELCO è orgogliosa di essere Main Sponsor della VINE MASTER PRUNERS Academy.

La tecnica di potatura può essere trasferita in molte forme, ma con VINE MASTER PRUNERS Academy, il percorso formativo di alta qualità è ora disponibile online 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per gli studenti di tutto il mondo. Programmi formativi come questi sono fondamentali per garantire viti sane ora e in futuro... " spiega Stéphane Poggi, COO Chief Operating Officer di FELCO SA. Gli strumenti di potatura FELCO sono realizzati come un orologio svizzero con materiali di altissima qualità, hanno estrema precisione nella loro funzione, garantiscono la rapida guarigione della ferita da potatura, sono ergonomici, si adattano perfettamente a tutte le dimensioni della mano sia sinistra che destra, e fatti per durare nel tempo, in quanto ogni loro parte è completamente sostituibile Meticolosamente realizzati in Svizzera, utilizzando esclusivamente energia rinnovabile al 100%, gli strumenti FELCO sono progettati per lavorare in armonia con la natura e per durare per generazioni. Sin dal loro lancio nel 1945, tali strumenti vengono forniti con una garanzia a vita sulle maniglie in alluminio forgiato.

VINE MASTER PRUNERS Academy

L'Academy ha aperto le sue porte virtuali il 15 gennaio 2021. È stata creata da SIMONIT&SIRCH, azienda con 30 anni di esperienza e leader affermato nella formazione manuale della potatura della vite in tutto il mondo. La piattaforma VINE MASTER PRUNERS Academy offre corsi online, video gratuiti e un forum con professionisti della viticoltura e appassionati di vigna, provenienti da tutto il mondo. Con più di 6.000 utenti provenienti da oltre 40 paesi, VINE MASTER PRUNERS Academy continua a crescere, implementando continuativamente la piattaforma con nuovi contenuti.

Leave a comment

NAS-CËTTA DI NOVELLO: BORN TO BE QUEEN

La Nas-cëtta DOC del Comune di Novello realizza nuovi progetti.

Una promozione internazionale che ha coinvolto oltre 50 giornalisti di tutto il mondo, ma anche l’impegno nella ricerca sul territorio per rendere questo vino sempre più radicato nel suo territorio di elezione.

NAS-CËTTA DI NOVELLO: BORN TO BE QUEEN

È questo il piano di lavoro dell’Associazione Produttori di Nas-cëtta del Comune di Novello per il 2021. Anzitutto, i 12 eroici produttori si sono promossi nel mondo con due tasting virtuali, uno dedicato al mercato europeo e uno a Stati Uniti e Canada, andando al tempo stesso alla ricerca delle proprie radici più profonde. Eroici perché Novello è uno dei Comuni simbolo della produzione del Barolo, ma queste aziende hanno deciso di conservare e reintrodurre questa varietà autoctona che era a rischio di estinzione, dedicando alcuni ettari a questa varietà invece che al Nebbiolo.

 

Il lavoro di ricerca tecnica ha visto il coinvolgimento di Grape, Gruppo di Ricerche avanzate per l’Enologia. Attraverso “Self Yeast”, un kit di campionamento delle uve e dei mosti, ogni azienda ha potuto selezionare i lieviti presenti naturalmente sulle proprie uve. Questi sono stati utilizzati per prove di fermentazione sui mosti forniti dalle cantine e, una volta ottenuti i vini, e dopo le degustazioni delle prove di micro vinificazione, sono stati individuati i ceppi più caratterizzanti. Dopo il primo anno di sperimentazione, i lieviti selezionati sono stati usati l’anno successivo per la fermentazione dei vini e testarne la stabilità.

 

Dalla vendemmia 2021, quindi, i produttori di Novello avranno uno strumento in più per rendere il proprio vino sempre più “unico e diverso”, connotato da proprietà organolettiche distintive, caratterizzate da complessità olfattiva e componenti aromatiche che rispecchiano appieno l’area di produzione. <<Grazie all’utilizzo lungimirante delle tecniche microbiologiche moderne, da oggi possiamo distinguere ancor più il nostro vino ottenuto nel territorio storico di coltivazione, Novello. – Afferma il presidente dell’Associazione Valter Fissore. -  E se da un lato abbiamo studiato nel dettaglio la nostra identità, dall’altro quest’anno ci siamo aperti al mondo, grazie a due eventi virtuali che hanno portato la Nas-cetta di Novello in oltre 10 Paesi esteri, dagli Stati Uniti al Canada, dalla Finlandia alla Germania. È la dimostrazione di come il mercato sia pronto a recepire le piccole perle enologiche che caratterizzano l’Italia, varietà autoctone che sono la nostra ricchezza>>.

 

Il progetto dell’Associazione non si ferma qui. Grazie all’inaugurazione della Cantina Comunale di Novello, lo scorso anno, oggi i 12 produttori di questo straordinario vino hanno un luogo di presentazione istituzionale dove accogliere appassionati, operatori e giornalisti.

 

La Nas- Cëtta è un vitigno antichissimo, citato già nel 1700 come uva tipica del Comune di Novello.  La riscoperta di questo vitigno bianco si deve a Elvio Cogno e al genero Valter Fissore (oggi presidente dell’Associazione) e alcuni produttori locali, in particolare l’azienda agricola Le Strette, che negli anni Novanta decisero di sperimentarne una vinificazione in purezza.

Nel 2010 è stata ufficialmente riconosciuto come vino bianco autoctono delle Langhe, con la possibilità di vinificarlo con solo uve 100% Nas-cëtta: un traguardo raggiunto grazie ad un piccolo gruppo di viticoltori del comune di Novello, una delle municipalità simbolo di un altro grande vino, il Barolo.

Leave a comment
Style Selector
Select the layout
Choose the theme
Preset colors
No Preset
Select the pattern
EnglishItalian