Le vacanze in Alto Adige con i nuovi vini di Este-Neue

Sempre più forte il legame con le montagne per la storica cantina con sede a Caldaro. Ecco la Cuvée White Peak e il Rosé Black Peak, due profumati vini estivi dedicati alle vette del Corno Bianco e del Corno Nero.

Le vacanze in Alto Adige con i nuovi vini di Este-Neue

L'immutabile fascino della montagna e delle sue vette, l'opportunità di trascorrere intere giornate a contatto con una natura ancora incontaminata per praticare attività sportive o semplicemente per rilassarsi, lasciandosi coccolare dalle tante specialità culinarie a disposizione e da vini fragranti e leggiadri. Sono solo alcuni dei tanti motivi che ogni anno convincono moltissimi visitatori a decidere di trascorrere le loro vacanze in Alto Adige - Südtirol. "È una meta sempre più amata e richiesta da chi in estate intende trovare un luogo ideale per recuperare le proprie energie e lo è ancora di più quest'anno: il lungo lockdown ha aumentato il desiderio di volersi rigenerare tra gli splendidi panorami che le montagne alpine sanno regalare" spiega Andrea Moser, enologo di Erste+Neue, storica cantina con sede a Caldaro, a due passi dall'omonimo e famoso lago. "Abbiamo la fortuna di lavorare in uno dei villaggi vitivinicoli più belli al mondo, immerso all'interno di un paesaggio straordinario, dove a perdita d'occhio si fondono i riflessi delle acque del lago di Caldaro, i frutteti e naturalmente i vigneti, che dalla Costiera della Mendola arrivano fino ai piedi delle Dolomiti".

I vini di Erste+Neue rispecchiano sempre il profondo legame che unisce i vigneti dai quali nascono alle montagne che vegliano intorno ad essi, creando un connubio che poi trova riscontro nei profumi e sapori presenti nel bicchiere. Ed è quello che succede anche con gli ultimi due nuovi vini che hanno arricchito ulteriormente la gamma di Erste+Neue: la Cuvée White Peak e il Rosé Black Peak. "La nostra linea Basic è l'ultima nata e interpreta perfettamente la filosofia della nostra cantina e del suo claim "Wines for your #PEAKMOMENTS" continua Andrea Moser. "Sono vini di grande freschezza e piacevolezza, che sanno accompagnare perfettamente i sereni momenti di svago e relax che molti trascorrono proprio in questo periodo in mezzo alle nostre montagne".

Entrambi i vini sono un omaggio a due montagne, meta di molti appassionati e che fanno parte della splendida vista che si osserva da Caldaro. La Cuvée White Peak, un blend di Pinot Bianco, Chardonnay e Sauvignon, è dedicata al Corno Bianco, che rapisce lo sguardo in ogni stagione grazie alla sua leggera roccia dolomitica. Il Rosé Black Peak, che unisce Cabernet, Merlot e Pinot Nero, è invece un omaggio al suo gemello, il Corno Nero, affascinante con il suo colore rosso-grigio dovuto alla presenza di porfido quarzifero. "Sono due vini perfetti per l'estate" commenta l'enologo di Erte+Neue. "Fruttata e aromatica, la Cuvée White Peak è leggera e fresca come le brezze delle Dolomiti e perfetta per un aperitivo con gli amici. Il Rosé Black Peak è ideale con un tagliere di speck, ma anche con piatti a base di pesce, ad esempio la trota, che popola i corsi d'acqua della nostra zona".

Equilibrio, freschezza e un profilo aromatico sempre accattivante sono caratteristiche che contraddistinguono la filosofia produttiva di tutti i vini di Erste+Neue a partire dalla linea Puntay, che rappresenta l'eccellenza della cantina, con la presenza di vini che coniugano lo spirito alpino e l'eccellenza organolettica dei singoli vitigni, coltivati nei migliori appezzamenti dei soci della cooperativa vitivinicola. Autenticità e dinamicità non mancano, infine, ai vini della Linea Classic, che fanno della versatilità a tavola la loro arma vincente: una ricca gamma di vitigni tipici dell'Alto-Adige che si abbinano con molte preparazioni culinarie.

Leave a comment

CONSORZIO DOC SICILIA: L’EXPORT DEI VINI SICILIANI CRESCE A DOPPIA CIFRA NEL PRIMO QUADIMETRESTE DEL’ANNO

L'indagine di WineMonitor certifica l'exploit delle esportazioni dei vini "made in Siciliy" rispetto al 2020: +10% per i rossi siciliani, addirittura +45% per i bianchi dell'isola.


CONSORZIO DOC SICILIA: L'EXPORT DEI VINI SICILIANI
CRESCE A DOPPIA CIFRA NEL PRIMO QUADIMETRESTE DEL'ANNO

Cresce a doppia cifra l'export dei vini siciliani nel primo quadrimestre dell'anno. A certificarlo è Wine Monitor, l'Osservatorio di Nomisma sul mercato del vino, nella sua ultima relazione. I numeri sono notevoli, tanto che l'export dei vini bianchi prodotti in Sicilia nei primi quattro mesi del 2021 cresce addirittura del 45% rispetto allo stesso periodo del 2020. Un exploit che coinvolge anche i vini rossi, con le esportazioni che aumentano del 10%.

"Siamo davvero molto soddisfatti dell'andamento dei nostri vini sui mercati esteri – commenta Antonio Rallo, presidente del Consorzio Tutela Vini Doc Sicilia – soprattutto dopo un 2020 davvero complicato per tutto il comparto. I dati dell'export ci fanno ben sperare per il futuro e si inseriscono in un contesto generale particolarmente positivo per i vini siciliani. Ricordo, infatti, che nei primi sei mesi del 2021 l'imbottigliamento è aumentato dell'8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Inoltre, le bottiglie prodotte dalle aziende della Doc Sicilia hanno superato i 50 milioni, contro i 46 del 2020. Si tratta di dati molto rilevanti, che dimostrano la bontà del nostro impegno quotidiano a supporto di una filiera che comprende oltre 8.000 realtà vitivinicole".

Dall'indagine di Wine Monitor risulta anche che la performance particolarmente positiva dei vini siciliani si inserisce in un quadro generale di crescita delle esportazioni dei vini italiani sui mercati internazionali, che nel primo quadrimestre del 2021 hanno registrato un +5% rispetto allo scorso anno.

Leave a comment

TASTE&TRAIN, UN VIDEO PER LANCIARE LA NUOVA ESPERIENZA DI GUSTO DELLA STRADA DEL VINO E DEI SAPORI DEL TRENTINO

La clip racconta la “giornata tipo” che turisti ed escursionisti possono vivere grazie a Taste&Train, una delle Esperienze di gusto della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino che prevede una serie di soste enogastronomiche presso gli associati della Strada, gestibili in totale autonomia, da raggiungere grazie a pratici e sostenibili spostamenti in treno.

TASTE&TRAIN, UN VIDEO PER LANCIARE LA NUOVA ESPERIENZA DI GUSTO DELLA STRADA DEL VINO E DEI SAPORI DEL TRENTINO

La Strada del Vino e dei Sapori del Trentino prosegue nel suo percorso di creazione e diffusione di contenuti video attrattivi per poter raccontare in maniera semplice e immediata le diverse Esperienze di gusto, nuove proposte turistiche disponibili tutto l’anno e da vivere in giornata per approfondire la conoscenza del territorio e delle sue migliori eccellenze enogastronomiche, tra visite guidate, pranzi, degustazioni e laboratori di cucina.

Dopo il primo video lanciato in primavera e incentrato sulla formula Taste&Walk, infatti, l’estate vede protagonista Taste&Train, in cui il programma di visite ed esperienze enogastronomiche viene cadenzato non più da percorsi a piedi ma a bordo del treno e dunque con spostamenti tanto pratici quanto sostenibili. Anche in questo caso, i percorsi e le tappe presso le aziende associate vengono affrontati in totale autonomia, seguendo le dettagliate indicazioni del pacchetto che la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino costruirà di volta in volta sulle specifiche esigenze dell’ospite nelle zone interessate dal passaggio della ferrovia, tra Valsugana, Valle dell’Adige, Piana Rotaliana, Vallagarina, passando per Trento e Rovereto.

Nella clip, della durata di 2’ 30’’, due amiche si lanciano alla scoperta di alcuni giacimenti enogastronomici, integrando la giornata anche con approfondimenti storico-culturali, attraversando graziosi borghi ricchi di fascino.

Seguirà un terzo video incentrato sulla proposta bici, con Taste&Bike, che verrà girato in autunno, nel pieno del foliage, in modo da mostrare le bellezze di ogni stagione e le tante attività fruibili.

Il video è disponibile al seguente link bit.ly/tastetrain; tutti i video e i dettagli sulle esperienze sono inoltre pubblicati sul sito www.tastetrentino.it/esperienzedigusto , ma anche sul canale Youtube della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (link) e  sui canali social dell’Associazione, con l’intento di raggiungere i potenziali ospiti, sia residenti in Trentino che provenienti da fuori provincia.

Le Esperienze di gusto si affiancano ai Viaggi di gusto, ovvero proposte da due o più giorni, e alle vacanze “tailrored made” che lo staff della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino costruisce sulle specifiche esigenze dell’ospite, e intendono appunto offrire esperienze autentiche e memorabili, in cui i produttori aprono le porte ai visitatori per raccontare la propria realtà in una esclusiva formula “one to one”.

Leave a comment

Baiti En Festa – 7 agosto – Palù di Giovo

Come scoprire il territorio della Valle di Cembra, i suoi prodotti a km zero e il suo caratteristico paesaggio? Sabato 7 agosto lo svela la manifestazione Baiti En Festa: una passeggiata gastronomica di 4 km tra le baite di campagna attorno al paese di Palù di Giovo e i muretti a secco alla scoperta dei sapori tradizionali.

Baiti En Festa - 7 agosto - Palù di Giovo

La campagna della Valle di Cembra ha una peculiarità che le ha dato anche il  titolo di Paesaggio Rurale Storico:  verdi pendii che scendono fino alle acque del fiume Avisio con terrazzamenti piantati a vite e oltre settecento chilometri di muretti a secco. Da qui nascono i prodotti a km 0 delle aziende locali che si potranno gustare alla manifestazione Baiti En Festa 2021: nove saranno le baite dove il visitatore potrà fermarsi e trovare piatti diversi di tappa in tappa accompagnati da vini, spumanti, grappe nonché per la versione analcolica succo di mele e acque sciroppate di GioVe Officinali. In ogni baita la portata sarà servita dal produttore stesso che racconterà la lavorazione e le caratteristiche gastronomiche del piatto. Un' apericena itinerante che come prima degustazione prevede Trentingrana del Caseificio Sociale Val di Fiemme, Crostone con Trota Affumicata del Ristorante Curling di Cembra, Formaggio di Capra ai fiori dell'alpeggio del Caprificio Onorato Matteo, Tartare di carne salada della Macelleria Paolazzi Luigi con fagioli, polenta preparata dagli Alpini di Cembra con lo spezzatino cucinato da Happy Ranch, Orzotto con puzzone di Moena e Ortiche dell'Hotel Tirol Natural Idyll di Montesover, Strudel salato con Casolet e verdure di stagione di Maso Franch, Yogurt Latte Trento con frutta essiccata dell'azienda agricola Fernanda Zendron e per finire il tortèl di patate dell'Agritur Simoni con la marmellata dell'azienda Agricola Nardin. Le baite sono dedicate alle migliori produzioni della Val di Cembra, ovvero Trentodoc, Müller Thurgau, Gewürztraminer, 708km, Schiava, Pinot Nero, Lagrein, Liquori di frutta e Grappe dei Cembrani DOC Alfio Nicolodi, Cembra Cantina di Montagna, Distilleria Paolazzi, Distilleria Pilzer, Simoni Michele e Zanotelli.
Alla fine del percorso per rendere più piacevole il saluto è previsto un sottofondo musicale a cura dei Niutenti nelle piazze centrali di Palù di Giovo, dove verrà anche servito il caffè e sarà allestita la postazione per il ritiro della cauzione per il calice e un'enoteca con i vini, spumanti e grappe degustati durante il percorso, per portarsi a casa un sorso di Val di Cembra.
Novità dell'edizione 2021: con il ticket è compreso un carnet di buoni sconto presso i ristoranti degli amici Cembrani D.O.C. Hotel alle Piramidi, Chiosco alle Piramidi, Casel dei Masi, Green Grill e Hotel Europa su menù degustazione.
Sabato 7 agosto la partenza per l'apericena al tramonto sarà possibile dalle 16:30 alle 19:00, in gruppi scaglionati, dal piazzale del Palazzetto dello Sport di Palù di Giovo, via Scuole 23, dove in ottemperanza alle normative per il contenimento Covid-19 sarà chiesta l'autocertificazione che viene inviata al momento dell'iscrizione per la salvaguardia e la tutela della salute di tutti. A riguardo si ricorda di portare la mascherina da utilizzare nel momento del controllo, ritiro ticket e versamento cauzione per calice e sacchetta di € 5.00, nonché durante il ritiro delle degustazioni. E' altresì necessario mantenere il distanziamento e igienizzarsi le mani presso le postazioni, dove ci sarà del personale dedicato alla sanificazione dopo ogni permanenza al tavolo.
L' evento è organizzato in collaborazione con APT Pinè Cembra e reso possibile grazie al sostegno e patrocino del Comune di Giovo, dell'U.S. Montecorona, BIM dell'Adige, Comunità della Val di Cembra e del Servizio Turismo della PAT.
Si consigliano abbigliamento e calzature adeguati per il trekking ed eventualmente un maglioncino perché in Val di Cembra le serate d'agosto sono fresche.
I biglietti (35,00 euro) sono solo in prevendita e fino al 4 agosto sul sito www.visitcembranidoc.it ed è prevista anche la formula analcolica e per bambini (20,00 euro)
I biglietti verranno consegnati il giorno dell'evento presso la partenza.
L'iniziativa di Cembrani DOC presenta e promuove l'identità territoriale della Val di Cembra, delle sue tradizioni enogastronomiche e culturali. Non mancate!

Leave a comment
Style Selector
Select the layout
Choose the theme
Preset colors
No Preset
Select the pattern
EnglishItalian